Quelle deliziose pesche di Monate

Dal 1965 la famiglia Bianchi produce e confeziona le omonime e rinomate pesche


Si dice che Giovanni Borghi, il "cumenda" fondatore della IGNIS elettrodomestici, ne facesse dono ai clienti, riempiendo i suoi frigoriferi di barattoli di latta, la loro caratteristica confezione. Erano gli anni del boom, ma già agli inizi del secolo scorso un tale Colombo Luigi, lattoniere di Travedona, su incarico di un nobile, confezionava le sue "Pesche allo Sciroppo" in lattine saldate manualmente. Il metallo, anziché i comuni barattoli di vetro, ha i suoi vantaggi. Questo materiale, grazie a una conducibilità termica limitata, fa sì che la sterilizzazione in acqua calda venga stoppata immediatamente, evitando alle pesche di cuocere. 
 

Sul Lago di Monate, la famiglia Bianchi (associata Coldiretti e a Punto Campagna Amica), produce e confeziona dal 1965 le omonime e rinomate pesche a polpa gialla e bianca (sottoposte a ricerca da parte del Dipartimento Produzioni Vegetali della Facoltà di Agraria dell'Università Statale di Milano, per stabilirne le caratteristiche varietali, preservarne la biodiversità e incentivarne la coltivazione), come da tradizione: ossia in un ciclo completo di otto ore di lavorazione, dal mattino alla sera, dalla pianta alla latta. Tutto a mano: dalla raccolta alla pelatura al coltello, dalla denocciolatura allo smezzamento, al confezionamento in sciroppo di acqua e zucchero.
 

A cura delle sole Giuliana Torresan e Chiara Bianchi, madre e figlia: eredi di Giampaolo, il figlio del fondatore. Per questo motivo, le pesche di Monate sono una bontà di stagione e di grande qualità, molto locale e non per tutti nei numeri. Esemplari d'una artigianalità in via d'estinzione e da salvaguardare in una Europa sconcertante e "burosaura" in fatto di politiche agroalimentari. E una DeCo non basta...
 

Se su questi piccoli laghi prealpini la pesca professionale (quella del pesce...) è quasi sparita, le pesche ancora no! Grazie alla volontà di pochi e al gusto di un prodotto unico nella sua croccantezza e delicata dolcezza. Prodotte tra giugno ed agosto, a seconda degli anni e di un microclima in via di alterazione, le pesche sciroppate del Lago di Monate si possono gustare per molti mesi grazie alla loro conservazione al naturale, senza conservanti e coloranti. Ottime nei cocktail e nei dessert, personalmente le preferisco tali e quali. E a fare compagnia alle pesche, o "perzig", giunte qui a metà '800 dalla Firenze dei Rucellai insieme agli asparagi, le ciliegie...

Foto: www.stravizzi.it
-

AZIENDA AGRICOLA BIANCHI GIAMPAOLO
via dei Ronchi 770, Travedona-Monate (VA)

0332.977152

az.agr.bianchi@gmail.com

ADV

Leggi anche


Salvate la mucca Guernsey

Luciano Pisanelli il 02 feb 2017

Che acidelle, queste visciole!

Cristina Rombolà il 11 gen 2017

L’Etichetta - El Nane 2010 Le Marognole

Andrea Bianchi - L'Arusnate il 14 dic 2016