Un Chianti bello e buono

Il Chianti Classico Docg della Famiglia Nunzi Conti


Oggi vi racconto di un altro vino che ho degustato allo scorso Merano Wine Festival e che ho trovato davvero interessante per vari motivi. Sono da sempre convinto che per incrementare le vendite di un vino, oltre alla qualità e al prezzo che sono elementi ovvi, sia importante anche la bellezza dell'etichetta: anche l’occhio vuole la sua parte.
Al banco di degustazione collettiva di Enoteca Italia, in mezzo a molte bottiglie, il mio sguardo è stato attirato da questa per la bellezza della sua etichetta. Ho chiesto alla persona preposta alle degustazioni di versarmene un sorso. Anche il mio palato, al pari della vista già soddisfatta dalla eleganza dell'etichetta, chiedeva appagamento ed è stato accontentato.

Un chianti classico D. O. C. G. della Famiglia Nunzi Conti davvero ben fatto e, per dirla in breve, molto buono. Sensazione estremamente positiva, che è diventata entusiasmo quando ne ho conosciuto il prezzo. Quindi mi sento di consigliarvelo, sia per le vostre scorte personali, sia per farne oggetto di regali in vista delle imminenti vacanze natalizie. Essendo in fiera non ho potuto abbinarlo a nessuna ricetta, ma lo avrei senz’altro accompagnato con un bel tagliere di insaccati e di formaggi erborinati e stagionati.

Chianti Classico D.O.C.G. 2016 - FAMIGLIA NUNZI CONTI 
Vitigno: Minimo 80% Sangiovese e poi altri vitigni a bacca rossa (Merlot, Canaiolo, Colorino)

Analisi visiva: rosso rubino
Analisi olfattiva: frutta a bacca rossa, pepe bianco e liquirizia
Analisi gustativa: morbido, equilibrato, ottima persistenza
Temperatura di servizio: 16°/18°
Acquistabile con l’app Enosocial® al prezzo richiesto dal produttore di Euro 13,00 per bottiglia (seguire le istruzioni in blue qui sotto)

N.B. Se sei una cantina e vuoi far assaggiare il tuo vino a L’Arusnate, scrivi a larusnate@enosocial.com

ADV

Leggi anche


Bisol, i pionieri del Prosecco Superiore

La Redazione il 04 dic 2018

Birre ibride al confine con il vino firmate Klanbarrique

Cristina Rombolà il 20 nov 2018

Un magliocco calabrese che ti conquista al primo sorso

Andrea Bianchi - L'Arusnate il 09 nov 2018