La cucina di Vassilissa a Milano

Un tuffo nel Mediterraneo al ristorante greco Vasiliki Kouzina


Fermatevi di fronte all’entrata, osservate l’insegna, memorizzate il nome e chiudete gli occhi. Sarete catapultati indietro di più di 25 anni, e sarete sul set del film Mediterraneo, avvolti dalle musiche, i colori, le trame e le atmosfere dell’isola greca di Megisti, dove una donna bellissima, Vassilissa, avrà realizzato il sogno della sua vita, aprendo un ristorante con l’attendente Farina, naufrago disperso dell’esercito italiano durante la seconda guerra mondiale.
Il nome del ristorante attuale, Vasiliki Kouzina, vi aiuterà in questo percorso nostalgico, ma i sapori della sua cucina vi faranno pensare all’estate che arriva e allora vi immaginerete non più al passato, ma cullati dal mar Mediterraneo in una secca giornata di agosto.

Ristorante greco, chef e proprietaria greca, ma non vi aspettate quell’immagine sbiadita che ultimamente ci hanno offerto i ristoranti greci in giro per le varie città italiane, dai fantasiosissimi nomi mykonos, elios, acropoli e compagnia e dagli ancor più articolati colori, ove sembra che il bianco e il blu pastello siano gli unici rimasti sulla terra. L’ambiente è elegante, la scelta dei dettagli estremamente raffinata: tovaglioli di lino, bicchieri di cristallo, giochi cromatici caldi e riusciti e un pizzico di oro qua e là.
Menu che vi invita, specie durante la prima vostra visita, a ordinare perlomeno tutte le proposte di antipasto. Spiccano le polpette di zucchine e menta, il tiropita (torta di formaggio tradizionale) e qualche salsa qua e là da accompagnare su un pane rigorosamente home made: purè di fave e tzatziki per i tradizionalisti e taramosalata per i più avventurieri, a base di uova di carpa in salamoia, mischiate con un succo di limone, cipolle, aglio e olive.

Superata l’infornata di antipasti (chiamateli mezze al bar con gli amici), la cucina spazia dal tradizionale cosciotto di agnello al forno con vino rosso e salsa di cipolle, al polpo con salsa di miele ancora a una deliziosa cernia alla maniera dell’isola di Creta.
Lasciatevi consigliare nella scelta dei vini, senza vergognarvi nel confessare l’ignoranza in merito a una realtà vitivinicola – quella greca – estremamente frizzante, e uscirete ricordando il nome di Vassilissa e sorriderete, pensando alla storia sua e del giovane Farina.
-
VASILIKI KOUZINA
Via Clusone 6, Milano
02.94381405
vasiliki@vasilikikouzina.com
www.vasilikikouzina.com

ADV

Leggi anche


Una cena da Mazzo, il bistrot della borgata

Davide Paolini il 06 dic 2018

La Barbagia in un autentico ristorante sardo

Nicolò Corvetti il 27 nov 2018

Un ristorante creativo con l'anima da osteria

Michela Brivio il 22 nov 2018