La Liguria di una volta a tavola

Vi presentiamo La Brinca, una delle Premiate Trattorie Italiane presenti a Milano Golosa



A Ne, nell’entroterra di Chiavari e Lavagna, nella Riviera Ligure di Levante si trova l’Osteria La Brinca, soprannome al femminile di Texinin (Teresina) dei Brinche, che visse in questa casa colonica a metà dell'Ottocento. Già dagli anni Trenta e fino agli anni Settanta, nell’antico cascinale della Brinca, la famiglia Circella gestiva l’osteria, la bottega, il mulino e il frantoio meta dei contadini di questo piccolo paesino della Val Graveglia. Il 20 dicembre 1987 l’osteria rinasce e oggi è gestita dai fratelli Sergio e Roberto Circella, la mamma Franca, Pierangela moglie di Sergio e i due figli Matteo e Simone. Gli interni sono curati in ogni dettaglio, mantenendo l’atmosfera verace della trattoria di un tempo. La musica di De Andrè accompagna l’ospite nelle sale, di cui la principale si affaccia, con un’ampia vetrata, sull’intera vallata. 

La cucina ligure dell'entroterra

La cucina della Brinca propone i piatti tradizionali contadini dell’entroterra, legati ai prodotti del territorio e alle stagioni, con un continuo utilizzo di verdure, frutti locali e profumatissime erbe aromatiche. Ogni piatto trasmette l’essenza della Liguria, con i suoi profumi e sapori con la pasta rigorosamente fatta a mano, le carni, i salumi e i formaggi tutto di prima qualità. Infine i dolci di Pierangela che meritano il viaggio.La cantina conta più di mille etichette di vini: grande spazio ai migliori emergenti liguri, alle piccole produzioni di tutta Italia e del mondo con assaggi e selezioni continue. Dal menù: il prebugiun di Ne, i testaieu, la baciocca e la panella sono solo alcuni degli antipasti di origine contadina. Tra i primi: ravioli di erbette conditi con il tradizionale tuccu o con filo d’olio locale; gli gnocchetti di patate Quarantina bianca genovese o fatti con la farina di castagna, conditi con il pesto fatto al mortaio; le picagge di castagna; il minestrone alla genovese con i taglierini.

I piatti cult della Brinca

Poi le piccole lattughe ripiene in brodo ricordano che la cucina ligure è famosa per riempire qualsiasi cosa, infatti le carni più tradizionali sono la cima di vitello, il coniglio ripieno alle erbe, le tomaxelle, la cima di faraona. E poi ancora il fritto misto alla Genovese, il cinghiale, la punta di vitello al forno a legna e il maialetto all’alloro con le castagne. I formaggi provengono dai migliori produttori locali: sono piccolissime produzioni di vaccini e caprini molto saporiti e profumati, come il raro caprino stagionato di Sopralacroce, il SanStè, il Cabanin, la Cicherina. I dolci: il biancomangiare, la panera, le torta di castagne con il suo gelato, le crostate e i sorbetti fatti con la frutta locale, il semifreddo fatto con lo sciroppo di rose e tanti altri che variano a seconda della stagione.

A Milano Golosa, lunedì 16 ottobre La Brinca presenterà Gnocchetti di castagna  al pesto di mortaio, prescinseua dell’Aveto  e patate Quarantine bianche genovesi.

Contatti

LA BRINCA

Via Campo di Ne 58, Ne (GE)
0185.337480
labrinca@labrinca.it
www.labrinca.it

ADV

Leggi anche


Come realizzare la caponata di melanzane

Davide Paolini il 20 lug 2018

Salento, è boom anche in cucina

Davide Paolini il 11 lug 2018

A Sassello la seconda edizione di Borgo in Festa

Cristina Rombolà il 27 giu 2018