La ricetta dei sugoli d'uva

Un dessert contadino che profuma di vendemmia



Il periodo della vendemmia mi ricorda il profumo che giungeva dalle cantine dei nonni, dove nei tini veniva pigiata l’uva Sangiovese, operazione alla quale ho partecipato spesso. La nonna in quei momenti era più interessata a produrre il “sugolo” che il vino, soprattutto perché nel giro di pochi mesi si avvicinava sempre più al gusto dell’aceto, sebbene il nonno fosse convinto che non avesse confronti con il Chianti. Non sono più riuscito a berlo, dopo aver assaggiato altri vini…

Ingredienti

Per 4 persone
½  l di mosto ricavato da uva nera dolce, 15g di farina, 1 cucchiaio di zucchero (se il mosto è poco dolce, aggiungere a piacere).

Procedimento

Stemperate la farina in un po’ di mosto, affinché non si formino grumi. Dopodichè aggiungete il resto del mosto, lo zucchero e fate bollire in una casseruola a fuoco moderato finché non si raddensa. Mescolate di tanto in tanto. Versate il sugolo ancora caldo in coppette e lasciate raffreddare. Conservate in frigorifero e servite a fine pasto. Ottimo anche per una merenda.

ADV

Leggi anche


Come realizzare la caponata di melanzane

Davide Paolini il 20 lug 2018

Saltimbocca alla romana

Davide Paolini il 30 mag 2018

La ricetta della jota

La Redazione il 21 feb 2018