Caffè Agust, torrefazione di famiglia dal 1956

Storia di una torrefazione artigianale che ha sempre creduto nella qualità e nella sostenibilità


Inizia oggi una rubrica, in più puntate, dedicata al caffè in collaborazione con la Torrefazione Agust di Brescia. Perché il caffè? Perché riteniamo che meriti più attenzione: vogliamo che non sia più associato allo stereotipo della tazzina presa al volo distrattamente e si trasformi in una specialità complessa, alla stregua del vino. Per preservarne la qualità e uscire dall’improvvisazione occorre fare cultura e formazione. Ecco perché abbiamo chiesto alla Torrefazione Agust di Brescia di aprire una “scuola del caffè” sul nostro sito in cui spiegare, di volta in volta, argomenti essenziali. Oggi vi presentiamo l’azienda che farà da docente alle nostre lezioni. Partendo dalla sua storia.

in foto: Daniele, Giovanni e Marco Corsini

Se è vero, ed è vero, che i prodotti artigianali sono una spanna sopra gli altri, il caffè della Torrefazione Agust senti subito, al primo sorso, che è diverso. Più buono? Forse. Ma non solo al palato. In questa piccola torrefazione bresciana l’arte del lavoro coincide con le persone e soprattutto con la famiglia che ha fatto convivere, nella stessa impresa, valori come equità, sostenibilità ambientale, passione per la qualità, tracciabilità dell’intera filiera, correttezza e continuo equilibrio tra sacrifici professionali e piacere. Valori che iniziano a prendere forma nel lontano 1956, anno in cui l’azienda nasce. In principio fu il piccolo negozio di lavorazione artigianale del caffè, aperto da Augusto e Mariarosa Corsini, con il motto “la più piccola torrefazione, il miglior caffè”. L’apprezzamento cresce e, nel 1967, la torrefazione si amplia, sia come spazio, sia come personale. L’attuale sede è del 1992: via Antonio Allegri 127, Brescia.

in foto: Augusto e Mariarosa Corsini

Nel frattempo sono passate tre generazioni e oggi a guidare l’azienda ci sono i nipoti dei fondatori, Giovanni e Daniele, con il papà Marco. La famiglia Corsini continua a portare avanti la sua filosofia di vita e di lavoro: rispetto per le persone e per l'ambiente, amore e cura artigianale per il buon caffè. Senza compromessi. Lo stabilimento utilizza solo energia al 100% rinnovabile, un packaging a basso impatto ambientale, solo capsule performanti e compostabili, e la selezione del caffè si basa esclusivamente su piantagioni etiche e responsabili. Un pensiero che ha portato all’ascesa dell’azienda (che oggi esporta in tutto il mondo) e a dei bei risultati, come le certificazioni ottenute: Fairtrade, Impatto Zero e Biologico Ue. Nel 1999 la svolta, l'azienda pone un'importante pietra miliare nella propria storia: una nuova linea di caffè interamente derivante da agricoltura biologica, equo-solidale e con gli incarti a impatto Zero® per l’ambiente, denominata Natura Equa. Dolce, delicata, fruttata con aromi floreali, particolarmente apprezzata da coloro che amano un caffè soave e morbido, ma ricchissimo di sfumature e persistente sul palato. Nel 2007, poi, la scelta di affiancare a Natura Equa anche una seconda miscela che sottolinei l’impegno nel mercato equo solidale. Nasce così Kafequo, una miscela decisa nel gusto, corpo pieno e crema generosa. Una miscela per chi vuole bere un caffè doppiamente buono: nel gusto e, eticamente, equo-solidale. Sempre nel 2007 c’è una rivoluzione in fabbrica: un nuovissimo reparto produttivo con i migliori macchinari presenti sul mercato viene allestito per rispettare gli standard qualitativi che Agust si è prefissata e il fiorente commercio con l’estero.

La qualità è fuori discussione per Agust, così come la tracciabilità della filiera: anche se non richiesto dalla legge italiana, in etichetta viene riportata la singola provenienza, intesa come regione, e la singola piantagione. Attualmente i monorigine sono due, il colombiano San Cayetano e l’etiope Sidamo, ma nel 2020 l’azienda lancerà una nuova linea interamente dedicata agli Specialty Coffee: caffè dai sentori particolari e aromi unici. La passione per la qualità ha portato Caffè Agust a diventare socio promotore dell’associazione Caffè Speciali Certificati (CSC Italia) che, con le sue procedure certificate ISO-9002, garantisce la qualità del prodotto. Qualità tutelata anche dalla selezione della materia prima, il cui acquisto è gestito autonomamente dalla Torrefazione con frequenti viaggi nei Paesi di origine e rapporto diretto con i produttori. Solo le migliori qualità vengono importate; i campioni di crudo vengono testati prima della conferma dell’acquisto. L’esperienza di oltre 60 anni nel settore e le continue prove di laboratorio garantiscono così la costanza e l’armonia delle miscele. La materia prima viene rispettata nella trasformazione e, per assicurare un trattamento degno, Agust dedica molte risorse alla formazione dei baristi attraverso corsi professionali in cui si insegna non solo a realizzare l’espresso perfetto o un cappuccino a regola d’arte, ma viene spiegata anche la teoria e la percezione sensoriale delle singole miscele di caffè.

Agust Coffee Academy nasce proprio per mantenere un fil rouge tra il chicco e la tazza: veicolare, promuovere ed esaltare il lavoro fatto dal coltivatore prima, e dalla torrefazione poi, proponendo corsi e workshop qualificanti e affidandosi a formatori di alto livello. Responsabile dell’Academy, nonché Brand Ambassador del gruppo, è il giovanissimo Fabio Dotti, che nonostante i suoi 23 anni, è già una figura di spicco nel mondo della caffetteria. Nel Gennaio 2020 si è aggiudicato il Campionato italiano di Cup Tasters, assicurandosi anche l’accesso al World Cup Tasters Championship, dopo essere già stato campione mondiale all'Espresso Italiano Champion e vicecampione italiano al Gran Premio della Caffetteria. Fabio Dotti è anche trainer autorizzato Aicaf, riconosciuto a livello internazionale da SCA (Speciality Coffee Association), Black Examiner sulla Latte Art grazie al sistema Latte Art Grading System e Assaggiatore IIAC.

Contatti

Via Antonio Allegri 127, Brescia
030.2310681
info@caffeagust.it
agust.it

ADV

Leggi anche


A Milano, gli specialty coffee di Cafezal

Cristina Rombolà il 06 lug 2018

Sommelier per il caffè

Davide Paolini il 10 apr 2018

66 anni di cucina lombarda in Trattoria

Greta Negri il 12 ott 2017