Siamo tutti artigiani

I termini "artigiano" e "artigianale" sono abusati, ma in base a quali parametri si definisce tale un prodotto?


“Artigianale”: un aggettivo che trasforma gelato, vino, pane, panettone, salumi, formaggi, dolci in prodotti appetibili, desiderabili, preferibili, sempre più indipendentemente dai contenuti. Sarà la commistione con arte, radice di queste parole, sarà la netta contrapposizione con “industriale", ma “artigiano” e “artigianale” sono sempre più diffusi sulle bocche delle buone forchette o di chi si professa tale.

Tuttavia, nonostante il successo, ancora non sono chiari i parametri che servono per giudicare un prodotto come artigianale. Ci si interroga se la differenza tra la firma dell’impresa artigiana e quella industriale è dettata dalla manualità come sostituta dei macchinari o dalla qualità delle materie prime usate. In Italia esiste una legge quadro per l’artigianato, la numero 443 dell’ 8 agosto 1985, che stabilisce l’autonomia delle regioni per la tutela e lo sviluppo delle produzioni artigiane.

Può essere questa legge il punto di riferimento per utilizzare in maniera corretta, i termini “artigiano” e “artigianale” o ci si deve basare solo sul processo di produzione e sulle materie prime? Chissà se,  definendo l’effettivo significato di queste parole, si può evitare di penalizzare i veri artigiani e di premiare quelli falsi.  

 

Se ne parla sabato 25 gennaio, alle ore 11, su Radio 24 con: 

 

CARLO PETRINI | Fondatore Slow Food

MIRCO DELLA VECCHIA | Presidente Nazionale CNA Alimentare (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa), Cioccolatiere

GIACOMO DEON | Presidente Confartigianato Alimentare, Pasticcere


LUCA GARGANO | Triple A (Artigiani, Agricoltori, Artisti), Velier di Genova 

IGINIO MASSARI | Pasticceria Veneto di Brescia, Fondatore e Presidente Onorario Accademia Pasticcieri 

ALDO BONOMI |  Giornalista de Il Sole24Ore, Sociologo, Scrittore 

ROBERTO CAPELLO | Presidente Aspan (Associazione Panificatori Artigiani) della Provincia di Bergamo,  Presidente Unione Regionale Panificatori Lombardia

 

RIASCOLTA IL PODCAST >>>

 

ADV

Leggi anche


Gargano, un giro tra i custodi della gastronomia locale

La Redazione il 02 ago 2019

Com'è narrativa la filiera del cibo

Davide Paolini il 05 nov 2018

Come si diventa tagliatori di prosciutto?

Romina Savi il 15 giu 2018