Le Premiate Trattorie Italiane per l'emergenza sanitaria

Protezione civile e contadini, i 13 trattori rispondono così all'emergenza


L’emergenza sanitaria sta mettendo a dura prova la ristorazione italiana, che da circa un mese ha abbassato le saracinesche, sperando che prima o poi si riparta. Chiudere è un verbo che non piace ai ristoratori perché non significa solo non incassare, ma anche dover mettere da parte la propria passione e, in stand-by, personale e fornitori. In questa fase delicata, in cui conforto e speranza si sovrappongono, c’è chi sta cercando di reagire e di resistere, ognuno con i propri mezzi. Qualcuno ha continuato a tenere accesi i fornelli e a reinventarsi con la consegna a domicilio, qualcuno ha messo la propria cucina al servizio di ospedali e croce rossa di zone molto colpite, come ha fatto lo chef Umberto Di Martino del ristorante Florian Maison di San Paolo d’Argon (BG).

E c’è anche chi ha dato vita a iniziative per sostenere i piccoli produttori e la protezione civile. È il caso delle Premiate Trattorie Italiane, il gruppo di trattorie distribuite in tutta Italia e premiate dalla clientela e dalla critica gastronomica. Un’associazione di bravi osti, che hanno trasformato le loro attività in luoghi del mangiare, bere bene e dell’ospitalità incondizionata. Per affrontare insieme l’emergenza sanitaria, le Premiate Trattorie Italiane sono scese in campo con due progetti.

Il primo è a sostegno dei loro fornitori, piccoli artigiani e contadini, che stanno subendo in maniera pesante i danni dell’isolamento. Per supportarli, le trattorie sono tornate temporaneamente online (grazie al prezioso contributo e supporto di BCC Cassapadana), offrendo la possibilità di FARE LA SPESA IN TRATTORIA, con una selezione di pacchi-dispensa (inviati a fronte di una donazione fissa, spedizione inclusa), che punta i riflettori sui tanti produttori che, nonostante le difficoltà, continuano a lavorare per garantirci l’approvigionamento di beni essenziali buoni e giusti. L’atra iniziativa promossa dai trattori si chiama DONIAMO PER DONARE: sul sito www.premiatetrattorieitaliane.it è attiva una vendita benefica di PREZIOSI LOTTI GASTRONOMICI (offerti/donati dai soci dell’associazione), il cui ricavato netto verrà interamente donato alla PROTEZIONE CIVILE per poter fronteggiare l’epidemia da CORONAVIRUS.
Insomma, non ci resta che sostenere chi, anche in questo momento, sta dando un contributo concreto per fronteggiare la situazione precaria che la pandemia ha creato.

ADV

Leggi anche


Il Piastrino, il ristorante che vale il viaggio a Pennabili

Michela Brivio il 14 ott 2020

Un pollo fritto nella Tana degli Orsi

Davide Paolini il 08 ott 2020

A Roma, un'Osteria fuori dagli schemi

Andrea Febo il 02 ott 2020