E in Romagna arrivano a casa anche i passatelli

Da domani l'Osteria La Campanara inizia il delivery


“Eravamo pronti a partire con la bottega, ma l’emergenza sanitaria ha bloccato i lavori. Ora abbiamo trasformato la cucina in laboratorio ed è lì che prepariamo, con i prodotti freschi, vasetti di confetture, sughi e conserve che vendiamo online, per il momento solo in Romagna”. A parlare è Roberto Casamenti, oste della Locanda/Osteria La Campanara di Galeata che, come tutte le piccole imprese, sta soffrendo molto in questi mesi di quarantena. Dal 9 marzo, giorno della chiusura ufficiale della loro attività, Roberto e Alessandra, moglie e cuoca, hanno cucinato, rispolverato vecchi ricettari di famiglia, riflettuto sul futuro e pensato ai loro fornitori e clienti, vicini, seppur distanti.



Hanno deciso che, in un momento così tragico, potevano essere ancora più vicini alle persone a cui vogliono bene, portando a casa loro le ricette dell’Osteria. Hanno ripreso in mano il progetto della storica bottega di Pianetto, che dovevano riaprire prima della chiusura forzata, come laboratorio di trasformazione dei prodotti locali e punto di degustazione degli stessi, e lo hanno reinventato con la creazione di una dispensa digitale. La cucina dell’osteria è diventata il laboratorio materiale in cui Roberto e Alessandra reinterpretano ricette della tradizione romagnola e creano piatti straordinari con prodotti di piccole aziende del territorio e con il supporto di moderne tecnologie, compatibili con le attuali normative sanitarie. Così, da domani, giovedì 16 aprile, La Campanara si rimette in gioco cucinando i capisaldi del menù e spedendoli a domicilio nei comuni di Santa Sofia, Galeata, Civitella, Meldola, Forlì, Faenza, Ravenna, Cesena, Forlimpopoli. “Abbiamo deciso di riaprire con le consegne a domicilio per amore nei confronti del nostro mestiere, ma anche per stare vicini ai nostri clienti e ai nostri fornitori. In questo periodo, dove le grandi multinazionali stanno facendo affari d'oro, a soffrirne sono proprio i piccoli allevatori, gli agricoltori, le cantine e gli artigiani, che non riescono ad avere canali di distribuzione e vendita. Noi li vogliamo supportare”, dichiarano Alessandra e Roberto.

Per avere a casa vostra prelibatezze, quali i passatelli asciutti con pomodoro, piselli novelli e prosciutto crudo; lasagnetta ai profumi dell’orto; polpette della Campanara o trippa di bovina romagnola alla moda dell’Artusi, potrete ordinarle direttamente dal sito www.osterialacampanara.it o telefonando al numero 333.4073324. Vi arriveranno il giorno dopo. con consegna gratuita. “I piatti sono semi pronti: vanno rigenerati a casa, in forno o con padella. Così è anche un modo per cucinare insieme e mangiarli appena pronti. Oltre ai piatti, si potranno anche acquistare i nostri sughi, confetture, giardiniere e caponate”, precisa Roberto. Il menù, come consuetudine della Campanara, varierà in base alla reperibilità stagionale delle materie prime, esclusivamente locali. E per il prossimo futuro è già prevista una cena virtuale, con 50 soci di Slow Food Ravenna: ognuno a casa propria condividerà, attraverso la schermo, il menù di Roberto e Alessandra. “Riteniamo che questo non sia un punto di arrivo per noi, ma un punto di partenza per una ristorazione che dovrà, giocoforza, ripensare se stessa e coinvolgere le piccole aziende agricole e gli allevatori locali in una piattaforma di vendita, con una serie di punti sensibili nelle città romagnole. Il comune denominatore rimane sempre la passione per questo mestiere e la gratitudine per questo meraviglioso territorio che ci ospita”, concludono l’oste e la cuoca, a cui vanno i nostri migliori auguri per questa nuova avventura.

Contatti

Osteria La Campanara

Via Pianetto Borgo 24 A, Galeata (FC)
0543.981561
info@osterialacampanara.it
www.osterialacampanara.it

ADV

Leggi anche


La ricetta delle zucchine alla scapece di Alex Leone

La Redazione il 21 mag 2020

Mangiare da Alajmo con i tappi nelle orecchie

Davide Paolini il 18 mag 2020

La ripartenza dei ristoranti? Inventare più occasioni durante la giornata

Davide Paolini il 14 mag 2020