Torna a inizio pagina

Da dove arriva l'olio?

Continua a non esserci chiarezza tra provenienza e imbottigliamento dell'evo a discapito dei consumatori


L’Ue impedisce ancora una volta di informare il consumatore su quale olio viene servito ai tavoli dei locali. Ha recentemente bloccato il provvedimento italiano che non avrebbe permesso più di portare ai clienti anonime oliere per condire i loro piatti. A premere fortemente su questo stop sono stati Olanda e Inghilterra, a discapito dei Paesi produttori di olio d’oliva. Una delle scuse a sostegno delle tesi nord-europee sembra essere che la bottiglia con tappo anti-rabbocco sarebbe stata un spreco di vetro e di denaro, perché appunto non poteva essere riutilizzata. Ma forse le ragioni sono ben altre e poco trasparenti.

Senza andare troppo lontano, guardiamo, per esempio, nell’orticello di casa nostra. In Italia pensiamo di gustare un olio prodotto in alcune regioni (Toscana, Umbria e Liguria) ma spesso è solo imbottigliato in quei territori e le olive chissà da dove arrivano.

sostiene, dopo aver analizzato i dati forniti dall’Agea, che “il 90% dell’olio di produzione italiana (400 mila tonnellate nei primi nove mesi dell’anno) viene dalle regioni del sud, soprattutto Puglia, Calabria, Sicilia e Campania che raggiungono da sole il 70% – sintetizza Alberto Grimelli, agronomo e tecnico olivicolo-oleario. Mentre Lombardia, Liguria, Toscana e Umbria insieme arrivano al 6,5% della produzione. Se però si considerano le percentuali relative alla vendita di olio confezionato i valori si invertono. La Toscana produce il 5% dell’olio italiano ma ne imbottiglia il 36%, l’Umbria arriva all’1% ma ne imbottiglia quasi il 20, mentre la Puglia al contrario ne produce il 50% e ne imbottiglia solo il 10%. Il paradosso si raggiunge in Lombardia dove la produzione ha dei valori ridicoli mentre l’imbottigliamento arriva al 10%”. Insomma una differenza nelle percentuali tra provenienza e imbottigliamento che fa alzare più di qualche sopracciglia.


Per capirci qualcosa in più, dedico all’argomento la trasmissione di Sabato 8 Giugno (alle 11 su radio24) e chiamo a raccolta un pool di esperti e professionisti che possano spiegarci meglio l’arcano.
 

RIASCOLTA IL PODCAST >>>


Se volete farci sapere come la pensate, scrivete in bacheca, su Facebook o Twitter, oppure chiamate in diretta il numero 800240024 o inviate un sms al 349 2386666.


ADV

Leggi anche


Nasce Radio Food Project

La Redazione il 28 set 2018

2016: partiamo dalla spesa

La Redazione il 07 gen 2016

Matera golosa

La Redazione il 24 ott 2014