Torna a inizio pagina

Aprile nell'orto

Tempo di asparagi e zucchine


Gli orti vanno di moda. Tutti ne vorrebbero uno, ma per avere verdure sane e rigogliose, le piante vanno seguite! Come fare? Stefano, che ha progettato l'orto  el Gastronuata e di Fabio Picchi del Cibreo, ci aiuterà a capire come!


Il mese di aprile quest'anno inizia in sincronia con quello lunare: la luna sarà nuova a partire dal giorno 3. Per la natura questo è un mese delicato, si chiude definitivamente l'inverno e si conclama la primavera. Un proverbio recita: “ marzo tinge...aprile dipinge”: gli alberi da frutto fioriscono e le campagne sono colorate dai fiori di pesco, albicocco, melo ecc. I fiori di questi alberi, però, sono molto delicati e soggetti a morte prematura per gli eventuali ritorni di freddo, conosciuti come gelate tardive.


Nell'orto che state seguendo, continuate a raccogliere tutti gli ortaggi invernali, fino ad esaurimento.


Quello che avete seminato in autunno invece - agli, fave, cipolle - devono essere assistite con leggere sarchiature utili a rompere la crosta superficiale delle terra in modo che possa arrivare acqua e concime ai semi. Vi consiglio di sfruttare ancora tutto il mese di aprile per le lavorazioni del terreno, al fine di impostare nuove colture. Per chi ha l'orto in piena terra, consiglio di sfruttare tutti gli spazi di terreno marginali, solitamente non utilizzati come i confini e le aiuole di lavorazione alla base delle piante da frutto. In questi spazi potete coltivare un ortaggio tipicamente primaverile come l'asparago.

Ecco come si prepara l'asparagiaia. Fate delle fosse profonde 60 – 80 cm e riempitele successivamente di terra fine, alleggerita con letame maturo e terriccio ammendante. Nel nuovo “vaso” che avete creato pianterete le “zampe”  di asparago – barbatelle – che per più anni produrranno il prelibato ortaggio.

 

Per chi coltiva in città, sul balcone, consiglio di provare a coltivare le zucchine fiorentine. Disponete in una zona del terrazzo non eccessivamente soleggiata un grande vaso circolare – diametro 80/100 cm, profondo almeno 60 cm. Preparate sul fondo un adeguato drenaggio, utilizzando cocci di vecchi vasi, sassi, rametti e foglie secche. Riempite il vaso poi con della terra vera da orto e  non soltanto con il terriccio. Negli ultimi 10 cm di strato mescolate al terreno una maggiore quantità di letame. Aprite al centro una piccola buca che sarà la sede di vegetazione della vostra pianta di zucchina. Infine posizionate il necessario tubo d'irrigazione a goccia. 

Alla fine del mese potrete mettere a dimora la pianta che crescerà fino ad occupare tutta la superficie del vaso. Raccoglierete zucchine per tutta la stagione!


ADV

Leggi anche


La ricetta delle uova con asparagi

Elena Maccone il 03 mar 2017

Tuorlo in raviolo: ricetta

Davide Campagna il 30 mar 2016

La terra degli asparagi

Maurizio Medaglia il 26 feb 2016