Torna a inizio pagina

Colomba pasquale, ma non solo

La colomba pasquale e altre idee per festeggiare la Pasqua



Manca poco più di una settimana alla Pasqua e quasi tutta Italia è messa in finestra a guardare, o almeno così dovrebbe. Si preannuncia un weekend di festa senza tavolate, ma giammai senza colomba pasquale, dolci o senza un pranzo che possa conciliare col gusto i confini della casa. Per questo, da bravi gastronauti, ci siamo fatti un giro tra le varie ricercatezze che potete comprare o ordinare online, con l’obiettivo di non essere banali. Dalle colombe pasquali ai pranzi completi firmati da grandi chef alle uova di cioccolato con capocollo o col gin, passando per Pastiere, Casatielli, il Giulebbe toscano, le immancabili praline e i coniglietti di cioccolato in stile origami. Prodotti unici che risolvono l’umore e allietano secondo tradizione la ricorrenza che simbolicamente vara da sempre la primavera. Prendete carta e penna e scorrete la lista, perché abbiamo selezionato dieci prodotti originali da non perdere, divisi in cinque categorie: Colombe Pasquali, Uova, Tradizione, Cioccolato, Pranzo.

Quale colomba pasquale comprare?

La colomba pasquale albicocche e caramello salato di Olivieri 1882
750 grammi di beatitudine, se vi piacciono le albicocche e il caramello salato. Olivieri 1882 è una delle migliori pasticcerie d’Italia e ogni anno sforna impasti di incredibile leggerezza, con l’equilibrio di chi sa elevare con creatività ogni processo esclusivamente artigianale. Lievito madre vivo, due lievitazioni da più di 48h, albicocche candite e caramello salato, glassa di mandorla, nocciole, pinoli tritati e zucchero. Ricca ma estremamente digeribile priva di conservanti, semilavorati, aromi e grassi vegetali. Fatta completamente a mano, artigianale 100%.
Costo 38,00 Euro.
Colomba pasquale Olivieri 1882
La colomba pasquale al Pistacchio del Panificio D’Angelo
Qui potreste scommettere facile anche sulla Classica (20,00 Euro), perché Mario Arculeo a Palermo porta avanti una tradizione che nasce nel 1968. Eravamo tentati di consigliarvi la Sette Veli (22,00 Euro), ma di cioccolata ce n’è già tanta, parliamo di pistacchio piuttosto. Una delle declinazioni più amate dei lievitati da festa comandata è proprio il frutto secco di Bronte e in questo caso parliamo di una forte valorizzazione del prodotto. Impasto al pistacchio, cremoso al pistacchio di Sicilia, glassa al pistacchio e pistacchi pralinati. Una vera sfida, oltre che una coccola, per gli amanti del genere.
Costo 24,00 Euro.
Colomba Pasquale del Panificio D'Angelo

Colomba pasquale, ma anche dolci tradizionali

Il Giulebbe della pasticceria Nuovo Mondo
Paolo Sacchetti è uno dei più bravi custodi del tempio della pasticceria Toscana, a Prato. La Pasticceria Nuovo Mondo è un catalogo aperto di prelibatezze fuori dal tempo e tra le famigerate Pesche, il Pan di ramerino e la Schiacciata alla fiorentina, c’è un lievitato che bisogna necessariamente assaggiare: il Giulebbe. Cugino stretto del panettone, questo dolce ne ha lo stesso impasto solo che all’interno troverete i Fichi di Carmignano a sostituire l’uvetta e le Noci della Val Bisenzio al posto dei canditi. Ricoperto da una ghiaccia con Pinoli Posani, ha la caratteristica forma di un panfrutto. Delizioso, ordinabile via mail.
Costo 17,50 Euro.
Giulebbe della Pasticceria Nuovo Mondo
Pastiera e casatiello di Scaturchio
Entriamo nel tessuto tradizionale campano e chiamiamo in causa una delle realtà di Napoli più conosciute per le sfogliatelle lisce e ricce (da viaggio). Per la Pasqua la pasticceria Giovanni Scaturchio sforna opere d’arte come il Casatiello, una ruota di sapori che va dalla colazione alla cena senza timori o limiti d’età. Così come la classica Pastiera napoletana, in ruoto da viaggio (per l’appunto). Una ricetta del 1905 a base di pasta frolla, grano cotto, un blend sapiente di vari aromi e due latticini di pecora di primissima scelta: la ricotta romana e la ricotta sarda. Costo 26,00 Euro sia la Pastiera (1Kg) che il casatiello (1Kg).
La pastiera napoletana di Scaturchio

L'uovo di Pasqua: uova di cioccolato

L’Uovo di Pasqua del Salumificio Santoro
Una grande scommessa frutto di una grande visione, quella delle Santorine del Salumificio Santoro, storico e riconosciuto produttore pugliese di salumi, tra i quali il Capocollo di Martina Franca. Ed è proprio il Capocollo (essiccato), Presidio Slow Food, a finire in scaglie nelle mani della maitre chocolatier Antonietta Pinto. Cioccolato fondente al 75% e un mix di sapori tra dolce e salato, al quale l’azienda non è nuova, capaci di rendere unico anche l’uovo di Pasqua. Adatto a tutti, soprattutto ai Gastronauti.
Costo 28,00 Euro.
Uovo di Pasqua Salumificio Santoro
L’Uovo al Gin di Casa Manfredi
Ai piedi di un colle capitolino, sotto l’Aventino per l’esattezza, questa pasticceria annovera un anno di sperimentazioni di alto livello. La Pasqua ne racchiude l’ennesimo sigillo con un uovo vietato ai minori, ma senza niente di scabroso, anzi. Il focus è sul gin e l’azienda titolare della sorpresa, all’interno dell’uovo troverete una bottiglia scaccia pensieri, è la romana Seven Hills (non solo sette spezie in infusione, ma Sette Colli per l’appunto). Due gin tonic, attenzione al design, capacità di fare rete e gusto pieno (500g cioccolato fondente 68% + 150ml di Gin VII Hills).
Costo 40,00 Euro.
Uovo al gin di Casa Manfredi

Colomba pasquale, ma anche il pranzo a domicilio

Santa, la Pasqua di Marzapane, Retrobottega, Rimessa Roscioli, Roscioli e Zia restaurant
Qui dobbiamo solo apparecchiare e farci mettere nei piatti le preparazioni di cinque realtà ristorative, di indiscutibile livello. L’antipasto di Corallina artigianale, Provolone Riserva 36 mesi, Tortino al formaggio e Giardiniera a opera di Roscioli, i Tortelli di Bue con salsa cacio e ova di Retrobottega, l’Agnello cotto al coccio sulla brace con limone verde, yogurt e cardamomo con vignarola di carciofi, asparagi piselli e fave di Marzapane, il babà con cremoso alla vaniglia di Zia Restaurant* e una selezione di vini da Vignaioli laziali da Rimessa Roscioli. E una sorpresa a sorpresa, per tutti. Disponibile a tiratura limitata solo su Roma e milano, imperdibile.
Costo con consegna 135,00 Euro su Roma, 145,00 su Milano (per due persone).
Santa La Pasqua Romana
Il Fagotto di Pusher con Angelo Sabatelli
Come dicono loro “una capsule collection che ci ricorda quanto la moda passa, ma la fame resta”. Un’idea preziosa di questa dinamica realtà di Bisceglie dedita non solo al Salame&champagne, ma a continue e nuove collaborazioni con grandi chef. Il Fagotto è una tovaglia, come si usava un tempo, e le pietanze vanno dalla torta pasqualina alla guancia di manzo brasata con purea di carota ai chiodi garofano, passando per un filetto di salmone marinato al the affumicato, con miele e senape. Il numero di portate si può scegliere e gli abbinamenti beverage non mancano. Versatile.
Costo 5 portate per 3 persone 160,00 Euro, 8 portate per 3 persone 200,00 Euro.
Fagotto Pusher Sabatelli

Colomba pasquale, ma anche praline e coniglietti di cioccolato

Le Praline di Iginio Massari
Chi le conosce sa che creano dipendenza. Piccole esplosioni di gusto che il Maestro Pasticcere produce e in confezioni dal numero variabile (da 9 a 36 pezzi). Il ventaglio di scelta detta l’ampiezza di un’esperienza avvolgente. La confezione consigliata è quella da 25 pezzi (210gr), al cui interno troverete le Ganaches: Passion Fruit, Lampone, Nocciola, Mandorla Cruda, Grappa, Limoncello e Grand Marnier. Emozionante e accessibile a tutti.
Costo 28,00 Euro.
Praline al cioccolato di Iginio Massari
I coniglietti Usagi di Hiromi Cake
Siamo in una pasticceria giapponese con due sedi a Roma, una a Milano e un eCommerce per comprare da ovunque. Per chi se lo stesse chiedendo la risposta è sì, in Giappone si fanno dolci e potete scoprirli sul loro sito. Qui noi vi consigliamo degli originali coniglietti di cioccolato fondente, concepito per avere la forma geometricamente accattivante di un origami, per rimanere in tema. Li trovate in due colori, giallo e rosa (165gr), speciali per grandi e bambini. Solo su Roma e Milano online.
Costo 10,00 Euro.
Usagi di Hiromi Cake
Sperando che la selezione riesca ad accontentare tutti, tra gusto e originalità, il consiglio è quello di monitorare bene i termini di prenotazione, che non si sa mai…

ADV

Leggi anche


Casatiello e tortano napoletano: il derby

Davide Paolini il 12 apr 2021

Colomba pasquale, come riconoscere quella più buona

La Redazione il 02 apr 2021

Colomba pasquale, i nostri consigli per gli indecisi

La Redazione il 30 mar 2021