Torna a inizio pagina

Dei biscotti da Dio

La sacra mensa non è di solo pane


Mangiare bene è un diritto sacro e su questo credo siamo tutti concordi. C’è un fil rouge che attraversa il mondo sacro e la gastronomia che a volte si materializza nella realizzazione di prodotti, come dire, miracolosi.

A tal proposito vi voglio raccontare una gustosa esperienza personale che mi ha fatto pensare a una sorta di benedizione. Reduce da Milano Golosa 2015, dopo una visita a un caro amico che vive a Biella (con tanto di chiacchiere e buon cibo: pane di Matera, caciocavallo podolico, salsiccia lucanica piccante e caffè fatto con la caffettiera napoletana) vedo l’indicazione stradale per il Monastero di Bose e, senza pensarci due volte, mi ritrovo a seguirla. Agisco d’istinto, mosso dal desiderio di conoscere quel luogo dove venne preparato il pane di ieri da Padre Enzo Bianchi, priore della Comunità. Un paesaggio montano, bello, perfetto, come in una cartolina.

Faccio un giro nel monastero, colpito dal fascino di questo luogo e dall’atmosfera conviviale che si respira: arrivo a ora di pranzo e, dall’orto, posso intravedere il refettorio apparecchiato con equanimità per tutte le sorelle e i fratelli che fanno da commensali (biblisti cantori, musicisti, poeti, tipografi, ceramisti, iconografi, falegnami, panettieri, cucinieri, contadini). Assorto nell’immaginare il ben di Dio che regnerà su quel banchetto, mi dimentico che tempus fugit, m’inchino velocemente nel Tempio e, uscendo, non posso fare a meno di comprare dei piccoli souvenir: un libro di preghiere della tavola in foresteria e un pacco di biscotti proveniente dallo spazio delle eccellenze gastronomiche del forno del monastero.

I biscotti si rivelano una vera e propria sorpresa. Delle fragranti paste di meliga, modellate a mano, fatte con pasta madre, un impasto lievitato a lungo e in maniera naturale e cotte nel forno a legna. Non resisto: le assaggio quasi immediatamente e mi sembra di assaporare per la prima volta qualcosa di sconosciuto. Una bontà nuova, strepitosa, estesiante che mi dà un' energia quasi divina, come se propagata direttamente dall’alto,  dei “biscotti da Dio” insomma. Provare per credere. Amen.

Contatti

PANIFICIO DI BOSE - MONASTERO DI BOSE

Via Bose 1, Magnano (BI)
015.679115
negozio@agribose.it
www.monasterodibose.it

ADV

Leggi anche


A Milano apre Crosta Lab con la pizza a portafoglio

Cristina Rombolà il 08 lug 2020

Firmate il Manifesto del Pane Artigianale

La Redazione il 04 giu 2020

Dal grano siciliano al bistrot milanese

La Redazione il 22 gen 2020