Torna a inizio pagina

Fanceat: se l’alta cucina è a domicilio

Un progetto giovane che ha come mission la consegna a casa di piatti gourmet


Vi è mai capitato di avere voglia di piatti stellati e di non riuscire a esaudirla per mancanza di disponibilità economica, di tempo o semplicemente per pigrizia? È da questi desideri irrisolti che sono partiti Carlo Alberto Danna e Tommaso Cremonini (oggi il team si è ampliato con il coinvolgimento di Giulio Mosca e Nathalie Tayag, tutti under 30 e con sede a Torino) quando hanno concepito Fanceat, la delivery di ricette d’alta cucina pronte per essere replicate comodamente a casa. L'idea già sperimentata (vi ricordate i kit per preparare carbonara, amatriciana e cacio e pepe della Salumeria Roscioli di Roma che ha avuto un successo strepitoso anche in Giappone?) si propone una sola mission: rendere semplice l’alta cucina.

La chiave del progetto è creare una liaison tra due concetti apparentemente ossimorici come cucina “stellata” e consegna a domicilio. I box salva-freschezza che Fanceat recapita nelle case di chi richiede il servizio contengono gli ingredienti già dosati per riprodurre a casa ricette gourmet che arrivano dai migliori ristoranti di diverse città italiane. E, se agli esordi della startup, gli chef erano scettici di fronte alla proposta dei kit di Fanceat, oggi sono sempre più numerosi quelli che hanno aderito al servizio, dimostrandosi disponibili a dialogare con il concetto di democratizzazione dell’alta cucina.

Le ricette vengono progettate e costruite nei ristoranti: gli chef si occupano di scegliere le migliori materie prime utili per la riuscita del piatto d’autore e di porzionarle, in modo da garantire qualità e conservare l’identità regionale della cucina. La spedizione avviene attraverso packaging dal design evoluto che permettono di salvaguardare la freschezza degli ingredienti e, al tempo stesso, di rendere il kit comodo per il trasporto. I box sono corredati anche di foto, video e materiali grafici che permettono per creare step by step il piatto come da ristorante.

I menu sono disponibili sul sito Fanceat, suddivisi in carne, pesce e vegetariano e ognuno di questi comprende un antipasto, un piatto principale, un dolce e un vino facoltativo da abbinare. All’inizio del menu vengono indicati il tempo di preparazione, quello di conservazione, il grado di difficoltà, lo chef che l’ha ideato, il nome dei piatti e il costo. Prima dell’acquisto vengono comunicati gli allergeni, ricapitolati le materie prime e consigliati gli attrezzi e gli eventuali altri ingredienti che bisogna possedere per completare i piatti. Le box si mantengono su prezzi accessibili: si parte da circa 40 euro per due persone. Fanceat spedisce in tutta Italia e, grazie alle comode e refrigerate confezioni, assicura il servizio anche negli uffici. Che sia finalmente finita l’era delle schiscette disperate e delle cene "gourmet" fallimentari?

-

FANCEAT 

Via Pier Carlo Boggio 59, Torino 

hello@fanceat.com

https://fanceat.com/

https://www.facebook.com/fanceatofficial

ADV

Leggi anche


A me mi piace la cucina semplice

Davide Paolini il 28 ott 2020

A Copenaghen la cucina a filiera completa di Puglisi

Davide Paolini il 30 gen 2017

Miracolo alla Trattoria dalla Libera

Davide Paolini il 28 nov 2016