Torna a inizio pagina

Il Bardolino

Rosso e corposo è ideale con il pesce di lago


Dal colore rosso rubino brillante, il Bardolino è il vino più famoso della sponda orientale del lago di Garda. Ha profumo fruttato e fragrante, con note di ciliegia, marasca, fragola, lampone, ribes e accenni di spezie (cannella, chiodo di garofano, pepe nero). Il suo gusto asciutto e morbido, lo rende compagno del tradizionale bollito misto, ma anche del pesce di lago: è eccellente ad esempio con il risotto con la tinca o con l'anguilla alla griglia.

La leggenda vuole che il nome Bardolino, di sicura origine germanica, derivi da Bardali, figlia del re Axuleto e nipote di Manto, fondatrice di Mantova. Certamente questo vino ha origini molto antiche: in epoca medioevale, la preservazione in zona della pratica della vinificazione infatti si deve ai monaci della chiesa di San Colombano, che la salvarono dalla scomparsa in un periodo in cui la viticultura subì una fase di abbandono progressivo a favore delle coltivazioni. 

I vitigni autoctoni del Bardolino sono quattro. La Corvina è un vitigno veronese, il Corvinone (molto simile alla Corvina), la Rondinella e la Molinara. 

ADV

Leggi anche


L’Etichetta – Le Vigne di San Pietro Bardolino

Andrea Bianchi - L'Arusnate il 02 mar 2017

Prosecco&Co a Gourmandia

La Redazione il 06 mag 2016

I sapori del Lago di Garda

La Redazione il 20 ago 2015