Torna a inizio pagina

L’Etichetta - Soente Viognier Falesco 2015

Un blend di uve Viognier e varietà sperimentali a bacca bianca


Quando si ha il piacere di raccontare un vino si può iniziare in diversi modi. Dal “look” della sua etichetta, dalle uve usate per produrlo, dal metodo usato come anche dal suo nome. E “Soente” è il nome dell’etichetta da cui inizio a raccontarvi l’etichetta di oggi. Nome suadente e piacevole che deriva dall'elisione di una lettera, la vocale “e” per la precisione, dalla parola “sovente”. E sovente vi troverete ad acquistarlo dopo che avrete avuto l’occasione di degustarne qualche fresco calice. Parola mia! Il vino, prodotto dall’Azienda Vinicola Falesco, nasce dal taglio (blend) di piccole quantità di varietà a bacca bianca miscelate con uve Viognier appunto. Il Viognier è un antico vitigno bianco originariamente coltivato nella splendida Valle del Rodano che si trova nel sud-est della Francia al confine tra le Alpi ed il Massiccio centrale. Viognier in particolare deriva dal nome celtico vidu che significa “bosco”. Con il Viognier si producono vini molto eleganti, come infatti questo “Soente”, caratterizzati da spiccate note floreali e fruttate e di grande intensità. Sono vini che vanno bevuti giovani, ma non disdegnano di essere lasciati in pace ad affinare in bottiglia, e ovviamente in cantina, acquistando non di rado piacevoli sensazioni di muschio e tabacco. Io l’ho abbinato con dell’ottimo sushi e sashimi che il mio caro amico Cristiano, patron della catena famosa “Zushi”, mi ha portato a casa per una cena tra amici. Un abbinamento trionfale!


Analisi visiva: giallo con riflessi verdognoli sull’unghia

Analisi olfattiva: intenso profumo di piccoli fiori bianchi (Rincospermo o Falso Gelsomino), agrumi (Ananasso e Cedro)

Analisi gustativa: Fresco, sapido con finale persistente

Temperatura di servizio: 8°/10° Centigradi

-
AZIENDA VINICOLA FALESCO
Località San Pietro snc, (TR)
0744.9556
info@falesco.it
www.falesco.it

ADV

Leggi anche


Un vino rosé fa primavera

Cristina Rombolà il 24 mar 2021

La spesa in via Sarpi, la Chinatown di Milano

Davide Paolini il 02 feb 2021

Bottiglie parlanti

Davide Paolini il 10 dic 2020