Torna a inizio pagina

Mai gustato la mormora?

Mormora. Curiosità e informazioni su un pesce povero e dimenticato, che val la pena riscoprire e valorizzare al meglio in cucina



Probabilmente qualcuno non l'avrà nemmeno mai sentita nominare, invece la mormora, un pesce dal sapore delizioso appartenente alla stessa famiglia del sarago e del dentice, è molto diffusa nel mar Mediterraneo tanto che nelle nostre acque costiere si può pescare durante tutto l'anno, anche se le stagioni migliori per la cattura rimangono l'estate e l'autunno quando la Mormora si avvicina di più alle coste; quando è possibile trovarla in fondali profondi anche soli due metri.
Mormora

Come si presenta la Mormora?

Fisicamente la Mormora, chiamata anche Marmora, si presenta con un corpo lungo e schiacciato di color argento leggermente più scuro sul dorso; i fianchi sono percorsi da linee brune verticali il cui numero varia dalle 10 alle 12. Il muso è piuttosto allungato con mascelle robuste e una bocca carnosa che utilizza per aspirare il cibo sul fondale. Essa si nutre di piccoli invertebrati che scova perlustrando le distese di sabbia fine o le radure di alghe dei bassi fondali dove questo pesce ama vivere. Ha una dimensione media di 20-25 cm per 6-700 grammi, ma, in alcuni casi, può raggiungere anche i 45 cm.

Pesce povero, ma ricco

La mormora fa parte della vasta famiglia dei pesci poveri; ma questo aggettivo non le si addice affatto, se non per la scarsità di grassi e carboidrati presenti nella sua polpa, bianca e delicata, il che lo rende, con le sue 97 kcal per 100 grammi, un pesce adatto a essere consumato anche nei regimi ipocalorici. Con il suo gusto ricco e saporito e la consistenza morbida, è invece ricchissimo di proteine ad alto valore nutritivo, oltre che di importanti sali minerali come calcio, ferro, potassio e selenio.

Come usare la Mormora in cucina

Le carni di questo pesce sono assolutamente prelibate e vengono infatti a ragione paragonate a quelle delle ben più conosciute spigola e orata. L'unica pecca è la presenza di numerose lische che ne rendono la pulizia un po' più laboriosa che per altri tipi di pesci. In cucina si prepara al forno condita con erbe aromatiche e fettine di limone, oppure con patate, olive e pomodori. I filetti possono essere cucinati in padella, saltati con olive e capperi, oppure alla brace. Infine, la mormora può essere utilizzata per preparare deliziosi primi piatti, come ragù di pesce d'accompagnamento a spaghetti e linguine, e altre ricette di pesce.

ADV

Leggi anche


La ricetta del nasello in carpione di Andrea Marconetti

La Redazione il 30 apr 2020

La ricetta dell'insalata di baccalà con asparagi e patate

La Redazione il 09 apr 2020

La ricetta del baccalà fritto

Davide Paolini il 07 ago 2019