Torna a inizio pagina

Petite Arvine Les Cretes

La freschezza delle Alpi in un calice che sa di montagna


Il nostro viaggio immaginario continua con un vino originato dall’omonimo vitigno di  montagna, le cui vigne incastonate come pietre nel paesaggio alpino, si trovano lungo la strada che da Aosta si dirige verso il Monte Bianco.

La cantina di Costantino Charrère è certamente tra le più conosciute nel panorama vitivinicolo della Valle d’Aosta; di animo giovane e propositiva, è nella delicata fase di cambio generazionale con Elena ed Eleonora pronte a seguire le orme paterne e ad assumere il ruolo di leader della piccola e affascinante regione alpina che caratterizza climaticamente i suoi vini con freschezza ed eleganza.

Ecco perché apprezziamo così tanto questi vini valdostani, proprio perché riescono a coniugare personalità e finezza in un'unica materia. La Petite Arvine è un'uva di antica coltivazione dai toni raffinati e puri, il colore brillante che riporta alla trasparenza di quell'aria sottile e tersa. Nelle sensazioni olfattive prevalgono quelle di frutta agrumata fresca, bianca e croccante e altre  che riportano invece ai fiori di pesco e acacia.

Al palato si fa strada una nota citrina che avvolge e pulisce, lasciando la bocca asciutta e ricca in sale e persistenza, supportata dall’acidità decisamente marina. Les Cretes Il consiglio nell'abbinamento è quello di aprire la bottiglia come aperitivo, magari accanto a due alici marinate e mantenerlo per l'inizio del pasto con insalata di frutti di mare e crostacei al profumo di agrumi.

Leggi gli altri articoli sul vino di Federico Graziani

 

 

Contatti

LES CRETES

Loc.Villetos, 50, Aymavilles (AO)
0165 902274
info@lescretesvins.it
www.lescretesvins.it

ADV

Leggi anche


Un vino rosé fa primavera

Cristina Rombolà il 24 mar 2021

La spesa in via Sarpi, la Chinatown di Milano

Davide Paolini il 02 feb 2021

Bottiglie parlanti

Davide Paolini il 10 dic 2020