Torna a inizio pagina

Premio alla pizzeria dell'anno

Il veneto Pedrocchino vince l'edizione 2013


Alla fine l’ha spuntata un Veneto. Il premio alla pizzeria dell’anno, indetto dal sito del Gastronauta, con un sondaggio che si è chiuso venerdì 10 maggio, ha decretato vincitore il Pedrocchino di Campodoro, in provincia di Padova, con 2925 voti. E non finisce qui, perché anche il secondo classificato Fantasy (voti 1736) arriva dalla stessa regione, e precisamente da San Donà di Piave (Venezia), distanziato di pochi voti dal terzo, Al Castello di Cividate al Piano (Bergamo), che ha ricevuto 1468 preferenze.

Che nel Veneto ci fosse una sorta di movimento avanguardista della pizza l’avevamo annusato nell’aria. Un’aria fragrante che sa di farina, lievito e passione per una specialità che non nasce di certo nelle terre della Serenissima, ma che qui, negli ultimi anni, ha trovato adepti entusiasti e creativi alle prese con impasti e forni. L’entusiasmo non si è fermato nelle mani di alcuni pizzaioli veneti già conosciuti, ma si è propagato in tutta la regione che annovera numerosissimi fan della pizza, i quali, per tutto il mese del sondaggio, hanno sostenuto i loro corregionali. Così dopo alcuni giorni in cui si sono avvicendati diversi locali alla guida della classifica (una menzione particolare va a 'O Fiore Mio di Faenza che è stato per diverso tempo al primo posto), ecco spuntare Il Pedrocchino che, a sorpresa, distacca tutti e va a vincere con uno scarto netto.

Il Pedrocchino nasce a Campodoro nel 1964 per volontà di papà Antonio Rampazzo che dall’Australia, dove era emigrato, decise di tornare al suo paese di origine e di riaprire una vecchia osteria chiusa da alcuni anni. Partito come bar e trattoria, nel 1982 Antonio assieme alla moglie Silvana vollero incrementare l’attività aggiungendo anche la pizzeria e affidandola ai due figli Walter e Nicola. Walter decise di intraprendere questa nuova avventura seguendo un percorso ben preciso, fatto di ingredienti di primissima qualità e una pasta in cui ci fosse il giusto equilibrio di digeribilità e bontà,  per ottenere sempre il meglio dalla sua pizza.

Davide Paolini nella serata del 5 giugno premierà personalmente la famiglia Rampazzo con un'importante selezione di vini di Contadi Castaldi, il nostro sponsor per questa iniziativa. Premi in vini Contadi Castaldi sono previsti anche per il secondo e terzo classificato.

Ed ecco la classifica finale del Premio alla Pizzeria dell’anno, come è stato decretato dagli utenti del nostro sito attraverso 10856 voti:

1. Il Pedrocchino di Campodoro (Padova)
2. Fantasy di San Donà di Piave (Venezia)
3. Al Castello di Cividate al Piano (Bergamo)
4. 'O Fiore Mio di Faenza (Ravenna)
5. Berberè di Castel Maggiore (Bologna)
6. La Botteghina di Alghero (Sassari)
7. Apogeo di Pietrasanta (Lucca)
8. Antica Cantina del Gallo di Napoli
9. Grigoris di Mestre (Venezia)
10. ‘A Castellana di Caccamo (Palermo)

ADV

Leggi anche


Piatti indimenticabili

Davide Paolini il 09 nov 2020

Milano, apre la dark kitchen di Delivery Valley

Cristina Rombolà il 30 lug 2020

A Milano apre Crosta Lab con la pizza a portafoglio

Cristina Rombolà il 08 lug 2020