Se tornano le ostriche

Dopo 120 anni i preziosi mitili ritornano nel Golfo di La Spezia e ai tavoli de La Posta


Diciamo la verità: ai francesi abbiamo sempre invidiato le ostriche; il foie gras lo abbiamo anche noi dai tempi dei Romani, il ficatum di Mortara. Ma le ostriche? Possono apparire, solo a distanza di anni. Non c'è grande scelta, non abbiamo varietà di specie, però ci sono.

Confesso anni fa di aver gustato ostriche, made in Cattolica, e poche sere fa, i mitili preziosi made nel Golfo di La Spezia, dove sono tornati dopo 120 anni grazie ai mitilicoltori spezzini. Le ho trovate con polpa compatta, sapide, dal sapore pungente, marino. Claudio Mazzoni, squisito patron del ristorante La Posta di La Spezia, mi ha informato che ancora non sono perfettamente mature... chissà poi!

In questo fascinoso locale, ricco di pezzi d'arte (tra cui le opere di Giuliano Tomaino), il pesce fresco è una costante; non ci sono esemplari in vetrina, ma la scelta viene mostrata prima di passare ai fornelli e non ci sono strani giochi di prestigio (ovverosia il cambio in corsa del pesce tra sala e cucina). Il grande piatto di crudo del Golfo non manca mai; la cucina è un mix tra semplicità e un tocco di creatività della cuoca, come il gustoso raviolo con ripieno di acciughe e burrata con acciughe fresche, pomodori e broccoli. Non manca mai il pescato (ricciola o spigola o orata di grossa pezzatura) al forno con patate e carciofi.

È un locale di pesce ma la grande attenzione agli ingredienti di Claudio fanno sì che, in stagione, anche i tartufi e i funghi diventino protagonisti. Nella cantina non mancano etichette francesi interessanti assieme a etichette di piccoli produttori. Prezzi corretti.
-
RISTORANTE LA POSTA
Via Don Giovanni Minzoni 24
19121 - La Spezia
T. 0187.760437
W. www.lapostadiclaudio.com

ADV

Leggi anche


Un nuovo locale dallo "stile libero" e dall'identità versatile

Andrea Febo il 28 dic 2017

Tartufo da sniffare

Davide Paolini il 20 dic 2017

Cotoletta dandy

Davide Paolini il 02 mag 2017