Sorpresa toscana nel varesotto

Blend 4-Spirito Enogastronomico è un piccolo locale dove poter assaggiare i veri sapori toscani in Lombardia


Questo Spirito Enogastronomico con affaccio su una strada trafficata ma che invita ad una sosta, non poteva non incuriosire il mio spirito gastronautico. Qui, scoprendo un Blend di 2 sommelier-patronne (Luca Martini ed Ivano Antonini, ex Sole di Ranco) con le rispettive consorti, scopre anche un bancone-bar di enocucina con prodotti a 0 Km (pochi data la zona)  e molti ed ottimi a Km 433 (quelli tra Azzate ed Arezzo, luogo di provenienza del Martini e di una eccellente norcineria). 

 

Al banco, in un passaggio veloce dopo un concerto nella vicina e splendida Villa Bossi di Bodio Lomnago, ci vengono serviti, insieme a del soffice pane sciapo, dei pecorini toscani a varie stagionature con del toscanissimo crudo tagliato al coltello (qui è finalmente bandito il Pata Negra...). Il Blend degli enospiriti in cantina, inutile dirlo, è quali-quantitativamente esteso, assortito e per tutte le tasche.

 

Per chi dispone del tempo per mettere le gambe sotto ad un tavolo, qui di tavoli ne trova pochi ma in compenso imbanditi con una cucina tuscaneggiante, dove la "ciccia" (fiorentina grigia e ben frollita, fino a 40 gg.) e molto altro ancora (acciughe rigorosamente non cantabriche, panzanella, pappa al pomodoro, acquacotta maremmana, ribollita ecc. ecc., fino alle torte shabby chic e ai cantucci finali), viene cucinata da due cucinieri (Cascino&Senesi ) di giovane età ma esperta bravura. Giovani ragazze (da rodare!) in sala shabby cheap. Posteggi pubblici ed ampi limitrofi. Le gambe sotto il tavolo richiedono la prenotazione. Un piccolo dehors consente... due tiri di "Toscano Originale".

-

BLEND 4-SPIRITO ENOGASTRONOMICO

via Piave, 118

Azzate (VA)

T.  0332 457632

W. www.blend4.it

ADV

Leggi anche


La contaminazione in cucina secondo lo chef Faggionato

Davide Paolini il 07 ott 2019

Dal 12 al 14 ottobre, con Milano Golosa, debutta Asian Taste

La Redazione il 09 ago 2019

Adda 11, una bella sorpresa a Milano

Federico Corabi il 08 ago 2019