L'Avana da gustare

Da Doña Eutimia i classici della cucina cubana da assaporare e vivere in un clima di gioiosa convivialità


Ci sono luoghi che conquistano un posto permanente nella stanza dei ricordi. Prendono una sedia e si accomodano lì, tra le reminiscenze dei giorni della maturità e quelle delle prime volte. Nell’immobilità aspettano il loro turno. Il momento in cui saranno rispolverati e potranno alzarsi per riempirci nuovamente i sensi, prenderci per mano e farci tornare dove siamo stati bene.

L’Avana è uno di questi posti. Si attacca alla pelle come il caldo d’agosto, inebria gli occhi di colori e umanità varia, suona chiassosa nelle orecchie, lascia storditi a rimirarla. E quando te ne vai, si infila in qualche buco della memoria per poi sgusciare fuori in una fredda giornata d’inverno, quando stai aspettando il verde a un semaforo pedonale.


L’Avana, per me, è il puzzle architettonico del suo cuore antico e la malinconia del Malecón che si affaccia sulla costa, il profumo dei sigari che si mescola alla dolcezza del Ron Legendario, ma soprattutto la convivialità gioiosa di una cena da Doña Eutimia. Incastonato all’angolo di una vietta cieca, che si affaccia su Piazza della Cattedrale, questo localino, arredato come un salotto di famiglia, spicca fra i molti ristoranti dell’Habana Vieja perché capace di sciogliere le diffidenze del turista più scettico.

Il menu è quello classico della cucina cubana, non ci sono guizzi creativi, ma tutto è così semplicemente gustoso che anche l’ennesimo piatto di Moros y Cristianos (fagioli neri e riso) potrà essere una rivelazione. Ropa vieja (pezzetti di carne di manzo saltati in padella), platano fritto, aragosta e gamberoni, polpo all’aglio, pesce del giorno... Immergetevi e lasciatevi ispirare dal clima festoso e dai piatti che volano sopra la vostra testa in direzione degli altri tavoli. Innaffiate il tutto con una birra locale, la Bucanero, o ancora meglio con un Mojito frapeado (una giusta via di mezzo tra come lo fanno loro e come lo facciamo noi, in Italia). E alla fine della serata vi ritroverete con un file in più nella memoria, quello della Cuba da gustare e vivere allegramente in compagnia.

-

DOÑA EUTIMIA

Callejon del Chorro # 60-C, Plaza de la Catedral

Habana Vieja, L'Avana 30600

Cuba

T. +53 7 8611332

ADV

Leggi anche


Vescovo e prete, che maiali!

Davide Paolini il 18 nov 2019

Roma, il Jackie O' rilancia il ristorante

Andrea Febo il 14 nov 2019

Grai, l'artista dei vini bianchi vintage

Davide Paolini il 11 nov 2019