Roma, una dolce sosta alla Portineria

A due passi da Porta Pia, un laboratorio artigianale specializzato in lievitati e cioccolato



Anticamente i dolci erano derivati della cucina, prevedevano l’utilizzo congiunto di materie prime semplici come i pani, il miele e il formaggio e solo successivamente, dall’incontro nella storia di varie culture, diventano una vera e propria disciplina. Oggi, se la cucina segue le stagioni, la pasticceria segue le feste identificandone i sapori e caratterizzandone i ricordi.

Il laboratorio

Protagonista del Natale e parente stretto di una panificazione declinata al dolce, è il Panettone. Tradizionalmente lombardo, il Panettone in questo periodo è prodotto di punta delle pasticcerie di tutta Italia, compresa La Portineria, laboratorio artigianale romano specializzato in lievitati e cioccolato. Il nome La Portineria nasce da uno stile d’arredo impostato sull’utilizzo di porte in legno, con tanto di maniglie, che oggi impegnano due pareti e la base del lungo banco del locale. Gian Luca Forino nel 2013 vince il Campionato Mondiale Juniores di Pasticceria e scommettendo su questo locale, in via Reggio Emilia 22/24 a Roma, decide di investire non solo la propria professionalità, ma anche la propria vita in quei laboratori, mescolando le rigide regole matematiche e i complessi legami chimici al desiderio di viaggiare e scoprire sempre nuovi sapori e nuovi equilibri. Ricordi da custodire e trasmettere.

 

I padroni di casa, Gian Luca e Florean

La Portineria oggi vede Gian Luca convivere con i sorrisi e gli entusiasmi di Azzurra Florean, una compagna di creme e farine, di professionalità e competenza, di notti insonni a realizzare visioni creative, quali sfide quotidiane di entrambi. La bellezza di due caratteri diversi, lui esuberante e diretto, lei introversa e complessa: sono proprio queste caratteristiche che arrivano a chi assaggia il loro lavoro, restandone piacevolmente coinvolto dall’armonia avvolgente. 

Il panettone de La Portineria

Il panettone de La Portineria (in 5 versioni, tra le quali la Sacher), frutto di un’attenta selezione delle materie prime e del duro lavoro del lievito madre di cui Gian Luca è vero specialista, ha un impasto soffice e profumato, un buon equilibrio tra canditi d’arancio e uvette, si scoglie in bocca lasciando la vaniglia come sorpresa finale. Da Gian Luca e Azzurra, per Natale, trovate anche torroni e altre meraviglie di cioccolato e frutta secca, ma durante l’intero anno a La Portineria è possibile fare una delle colazioni più buone della Capitale. Croissanterie francese e lievitati classici, creme, confetture e marmellate, ma anche pasticceria classica e soprattutto praline. L’attenzione nel riuscire a creare questi piccoli bon bon di cioccolato ripieni con i gusti del mondo, è maniacale ed è il risultato di una delle passioni di Gian Luca: i viaggi.

A due passi da Porta Pia, La Portineria è aperta dalla colazione alla cena e non è solo pasticceria, ma anche un bistrot dove poter mangiare piatti sempre diversi e nei quali le contaminazioni rimangono vere protagoniste dei sapori.

 

 

 

 

 

 

Contatti

PASTICCERIA LA PORTINERIA 

Via Reggio Emilia 22/24, Roma
06.95218864
hello@laportineriaeventi.com
www.laportineriaeventi.com

ADV

Leggi anche


A Roma apre Door to door, la pasticceria di Zia Restaurant

Andrea Febo il 09 giu 2020

10 pasticcerie da cui ordinare le torte per la festa della mamma

Cristina Rombolà il 08 mag 2020

Qui Liguria: 6 attività con consegna a domicilio

Cristina Rombolà il 24 apr 2020