A Milano i cocktail colorati del Killer

Per l'ultima puntata del nostro tour con Icetop e BioBibite Levico andiamo al Killer


Abbiamo aspettato il rientro dalle ferie per il nostro ultimo appuntamento con le Biobibite della linea BioMix di Levico e il Ghiaccio Icetop. Per il gran finale andiamo in zona Porta Vittoria, a Milano, a bere i cocktail avanguardistici del Killer. Nello spazio post industriale, che fu del Plastic, un nuovo luogo della mixologia abbinata a portate che vogliono rompere gli schemi classici di primo, secondo, mio e tuo e puntano sulla condivisione e sulla contaminazione tra cucina italiana e ispirazioni dal mondo.

Design minimalista, nuances chiaro-scure che alludono a visioni sospese messe in moto da opere di pop-art e luci al neon. Bancone bar e cucina a vista rendono intimista e rilassante l’atmosfera: ci si sente a casa qui, anche grazie all’accoglienza di Andrea Marconetti, chef e patron. Dietro al banco dei cocktail c’è Riccardo Tesini, un giovane bartender bolognese con un interessante bagaglio di esperienze alle spalle: due anni in giro per chiringuiti e hotel in Australia, due anni da Rita & Cocktails di Milano, poi un ristorante italiano a Brooklyn, il lavoro nelle distillerie di pisco e mezcal in Perù, Garage Italia e finalmente Killer. La filosofia di lavoro di Riccardo è semplice: una mixologia senza fronzoli che valorizza il singolo ingrediente perché, ci ricorda il bartender, “rimanere sul naturale è sempre la chiave vincente nel gusto, sia in cucina, sia nella miscelazione”. Per ricominciare al meglio senza nostalgie dell’estate, Riccardo prepara per noi tre cocktail che si ispirano a una drinklist dedicata ai colori.

Il primo è il Verde: con base tequila, ci riporta in Messico, poi estratto di kiwi e sedano, lime, un’arrogante polvere di wasabi e un topping di biobita Levico mela e zenzero. Il secondo cocktail è il Granata: base vodka, il distillato più neutro che esalta bene il bouquet aromatico, melassa di melagrana, biobita Levico Melagrana, una punta di caffè. Il bitter alla lavanda e il gin fanno da base per il terzo cocktail, il Lilla, una rivisitazione dell’Aviation, preparato con: lavanda, violetta, maraschino, succo di limone, gin infuso con blue betterfly, shakerati con Bio Tonic Water Levico, fiori di sambuco e vaporizzato con patchouli.

I tre cocktail sono completati con cubotti di ghiaccio Icetop, la cui qualità superiore deriva dall’utilizzo di acqua purissima e leggera di fonte alpina Levico (1660 m) e dall’esclusiva tecnologia Hoshizaki. La tecnologia, a cella chiusa e la marmorizzazione Hoshizaki, fa sì che il suo coefficiente di scioglimento sia molto basso. Le BibiteBio e la linea BioMix di Levico utilizzate per i cocktail sono realizzate con estratti di frutta di prima qualità e zucchero di canna da agricoltura biologica. Nessun aroma, colorante o conservante artificiale. Oggi è venerdì, non resta che correre al Killer e degustare questi colorati e gustosi cocktail nel dehor, magari accompagnandoli con gli sfiziosi piatti dello chef Andrea, rigorosamente da condividere.

Ti sei perso una puntata dei cocktail con il ghiaccio IceTop?
Qui sotto le trovi tutte:
Al Bar Basso due cocktail con la storia
Da Ugo Bar di Milano due cocktail dal gusto retrò
A Milano, i cocktail sartoriali di Ceresio7
A Milano i cocktail rock di Elita Bar

Contatti

Killer Milano

Viale Umbria 120, Milano
02.36509626
hello@killermilano.it
killermilano.it

ADV

Leggi anche


La ricetta della melanzana rossa tonnata

Cristina Rombolà il 24 nov 2020

Quasi una melanzana rossa, la ricetta

Cristina Rombolà il 16 nov 2020

Un cocktail ispirato alla cultura nipponica e al concetto di ospitalità

Cristina Rombolà il 29 ott 2020