Torna a inizio pagina

Applausi a scena aperta al Teatro

Al Ristorante Teatro è possibile gustare i sapori pregiati e autentici della cucina algherese


Ristorante Teatro

Alghero, vi consiglio di fare tappa al Teatro. Non mi riferisco al teatro civico della cittadina, ma al ristorante omonimo che sorge nella stessa piazza, Plaça del Bisbe (Piazza del Vescovo). Un posto intimo e familiare, impregnato dell’identità algherese già a partire dall’architettura dell’ambiente, caratterizzato dalla volta a botte, tipica del centro storico dell’urbe.

Trentacinque posti a sedere e un arredamento minimal che vede il bianco dominare su tavoli, sedie e tovaglie danno un’immediata sensazione di spazio e di pulizia. La cucina non delude le aspettative estetiche. Semplice e casereccia, fa della qualità delle materie prime la sua preminenza. Una cucina di mare e di terra che si basa su ingredienti freschi: tutto il pesce utilizzato arriva direttamente dai pescatori indigeni che ogni mattina riforniscono il ristorante con il bottino dell’attività notturna, poi sapientemente trasformato tra i fornelli dal titolare Adriano e dalla sua brigata.  

Il piatto forte sono le linguine ai ricci di mare. Meglio conosciuto con il nome autoctono di Bogamarì, il riccio di mare è una vera e propria istituzione del luogo. Questo prezioso frutto si pesca solo d’inverno (fino a fine gennaio) secondo precisi criteri legati a una raccolta manuale. Riconoscere la specie buona è un’impresa che richiede un’esperienza e una conoscenza approfondita del litorale che solo i locali vantano. Il loro consumo è immediato: abitudine e palato vogliono che, per gustarli al meglio, bisogna approfittare della freschezza. Se è vero che i ricci di mare sono molto popolari ad Alghero, saperli cucinare non è così scontato, come molti pensano. Perché il piatto riesca si deve raggiungere il perfetto equilibrio tra la cremosità della salsa e la cottura della pasta. Ebbene, al Teatro questo primo ha passato l’esame a pieni voti tanto da far invocare il bis.

E’ difficile dimenticare poi i crostini di pane immersi nella gustosa zuppa di cozze e vongole: corposa, senza essere troppo densa, né eccessivamente liquida. La fregola (prodotta artigianalmente) con calamari e carciofi è un altro saporito omaggio all’isola. Molto sfiziosa è l’agliata di pesce fritto in salsa di pomodorini, olio, aceto bianco, aglio e prezzemolo. L’aragosta si può ordinare alla griglia o alla catalana preparata con pomodorini e cipolle bianche su un letto di rucola.  

Il “pescato del giorno” sfilettato direttamente al tavolo e cucinato in diversi modi (al forno con patate e pomodorini, al sale e alla griglia) merita l’assaggio. La griglia ritorna nei secondi di carne. Il ristorante funge anche da grill house ed effettua un’accurata ricerca di carni e tagli pregiati. La carta dei vini presenta un’ottima selezione di etichette sarde.

Coccolati da una buona cucina e da camerieri gentili e competenti, pronti a spiegare i piatti e ad approfondire la conoscenza dei prodotti usati, sarà difficile abbandonare il ristorante. Un’ultima raccomandazione, prima di uscire: non alzatevi dalla sedia senza aver gustato i dolcetti sardi della signora Franca che comprendono assaggi di diverse delizie regionali: papassinos, pirichittos e tiriccas, da gustare con un buon mirto. 

Contatti

RISTORANTE TEATRO

Via Principe Umberto 23 Alghero (SS)
079.4460031

ADV

Leggi anche


Pastorie, ristorante di cucina abruzzese a Roma

Andrea Febo il 11 mar 2021

Fettuccine Alfredo: una ricetta romana (non americana)

Andrea Febo il 05 mar 2021

Zona gialla: un pranzo al ristorante

Davide Paolini il 17 feb 2021