Torna a inizio pagina

Buon compleanno Birrificio Italiano

La creatura di Agostino Arioli compie i primi 18 anni di attività e successi


Agostino Arioli

Questa sera un altro importante capitolo andrà ad aggiungersi alle pagine di storia della birra artigianale italiana. Chiunque realmente ami il mondo brassicolo nazionale e lo segua con un minimo d’interesse, non vorrebbe perdersi per niente al mondo un così ghiotto evento: il diciottesimo compleanno del Birrificio Italiano. 
Una data importante quella del 3 aprile perché, oltre a festeggiare la nascita di uno dei migliori e più influenti birrifici nazionali, celebra la genesi della craft beer dello stivale, di cui la realtà comasca è stata un’antesignana.

La bellissima favola della birra in Italia, cominciata nel 1996, ha visto infatti Agostino Arioli, brewmaster e fondatore del Birrificio Italiano, tra il manipolo di arditi pionieri delle birre artigianali. In questi anni il birrificio ha dato un sostanziale contributo nel rivoluzionare la cultura birraria italiana attraverso una costante attività sul territorio e, tramite Unionbirrai, la fervente promozione dell'associazionismo di categoria.

Non dimentichiamo inoltre che, dato da non sottovalutare, al Birrificio Italiano si deve la realizzazione di birre di infinita qualità, come la Tipopils, l'Italian lager per eccellenza, un inno alla gioia dei sensi. Il compleanno sarà dunque una grande occasione per festeggiare insieme a chi c'era nel lontano 1996 e che ancora oggi c'è, un prodotto ormai consolidato come la birra artigianale.

Per omaggiare i birrifici che, insieme al festeggiato, sono stati tra i primi a intraprendere quest’avventura, questa sera al bancone saranno spillate quattro spine dedicate rispettivamente a Baladin, Lambrate, Beba e Vecchio Birraio.
Birrificio italiano
Complimentandomi con Agostino e augurandogli altri cento di questi giorni, gli ho chiesto di sintetizzare, in una frase, il succo di questi diciotto anni. La sua risposta, emozionante, umile e fiera, è stata: “Nonostante abbia sempre sognato in grande, non mi sarei mai aspettato di arrivare a tanto. Vita, novità, fermento ed entusiasmo ci hanno letteralmente travolto.

Avevo idee ambiziose, ma questo ha davvero superato ogni cosa e devo ringraziare le persone che hanno contribuito, con il loro lavoro, a realizzare la birra e a ottenere questi risultati. L'aspetto umano rende grandi le nostre birre che rappresentano il succo dell'artigianalità. La continua richiesta ci ha ripagati: per noi è bello crescere, ma vogliamo preservare sempre l’idea per cui siamo nati: l’artigianalità della birra”.

Contatti

NUOVO BIRRIFICIO ITALIANO

Via Castello 51, Lurago Marinone (CO)
031 895450
info@birrificio.it
www.birrificio.it

ADV

Leggi anche


La birra in lattina di Siren

Cristina Rombolà il 15 apr 2021

Tre birre irlandesi per San Patrizio

Cristina Rombolà il 12 mar 2021

Sia lodata la birra in lattina di Stone

Cristina Rombolà il 01 feb 2021