Torna a inizio pagina

Il triangolo milanese del cibo di strada

In via Santa Radegonda a Milano i panzerotti, la pizza al trancio e la focaccia sono serviti con Luini, Spontini e Manuelina



Panzerotti e pizza al trancio: un menu che non ha nulla di milanese ma che, alla maniera dello Street food, racconta di tradizioni liguri, pugliesi, nonché intriganti storie di artigiani che sono arrivati nel dopoguerra nella città (di Miracolo a milano).

E’ impossibile non essere attratti da quella ragnatela di cibo di strada formata da Luini, Manuelina e Spontini, soprattutto di fronte ai panzerotti, dove ogni giorno, si forma una folla di golosi in attesa di essere ammessi al banco da due bodyguard.

Panzerotti Luini

Chissà se quello storico forno rilevato da Giuseppina Luini, arrivata dalla Puglia nel 1949 sia stato teatro del famoso assalto di manzoniana memoria (“la mattina in cui Renzo giunse a Milano era stato ordinato l’aumento del pane, una folla di proporzioni sempre più vaste si raccolse in piazza Duomo”).

Giuseppina è passata dalla produzione del pane ai panzerotti, grazie a una ricetta del nonno, di cui non è stato mai rivelato il segreto, ma questo tipico cibo di strada è molto diffuso in tutto il sud Italia: in Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia.

E’ simile a un calzone di pasta lievitata o sfoglia piegato a mezzaluna con vari ripieni, mozzarella o pomodoro, ma può contenere, in alcuni territori anche verdure, formaggi e salumi.

Manuelina

A pochi metri da Luini, da pochi mesi ha aperto i battenti Manuelina, mentre a Recco è dal 1885 che, grazie all’osteria della bisnonna, è iniziata una lunga storia basata su uno dei simboli dello street food nazionale, la mitica focaccia (oggi Igp), fatta di farina manitoba 00, formaggio fresco da latte tracciato ligure, olio d’oliva extra vergine (non solo la focaccia, anche il ristorante di Recco è eccellente).

Spontini

Chiude il triangolo Spontini: dal 1953 a Milano, erede di quei luoghi di ristoro toscani, allora chiamati "cibi cotti”, antesignani del take away che Spontini, già nel primo locale di Corso Buenos Aires, trasforma con la produzione di pizza al trancio.

Certo panzerotti, focaccia e pizza al trancio chiamano la strada, i luoghi di origine, i chioschi o i baracchini, i dialetti, a Milano il “sapore” è altro: come un film doppiato. 

Sine qua non 

ADV

Leggi anche


Street food a Roma, 10 indirizzi da provare

Andrea Febo il 14 apr 2021

Katsu Sando il panino giapponese con la cotoletta

Cristina Rombolà il 09 apr 2021

Lampredotto, cibo di strada democratico

Davide Paolini il 01 apr 2021