Torna a inizio pagina

In bicicletta tra lambrusco, mostarda e provolone

Lunedì 11 maggio a Cremona sarà presentata la guida "Paesaggi di Confine"


Quattro itinerari percorribili in bici, buon cibo e tanta natura: questi i temi che fanno da filo conduttore della guida Paesaggi di Confine che sarà presentata lunedì 11 maggio, alle ore 11, presso la Sala Consiglio della Provincia di Cremona (corso Vittorio Emanuele, 17), con la partecipazione di Davide Paolini di Gastronauta®.

Un prezioso progetto editoriale che si propone di promuovere il territorio compreso tra le province di Cremona, Mantova e Brescia, un lembo di terra lombarda racchiuso tra i fiumi Oglio e Chiese, ricco di storia, bellezze architettoniche e sfizi di gola. Luoghi incontaminati in cui la natura generosa offre all’uomo un’ottima materia prima su cui intervenire. Località dagli imperdibili giacimenti gastronomici che conferiscono a questo distretto interprovinciale tutte le carte utili per candidarsi a meta prediletta per gli amanti delle eccellenze.

Dal lambrusco alla mostarda, dal salame al provolone, dai tortelli ai marubini, ai pregiati pesci di fiume: come non cedere alle golose tentazioni di luoghi a cui si perdona anche la nebbia? Un crogiolo di cultura e buon cibo che ha trovato nella essenza di “territorio di confine” la salvaguardia dell’autenticità, ma anche il limite alla sua promozione. Un immenso patrimonio gastronomico a cui questa piccola guida vuole rendere omaggio.

Un pratico vademecum che mira a condurre il visitatore attraverso borghi semiconosciuti in cui la ristorazione d’eccellenza fa da padrona. Il progetto, sostenuto da piccole imprese, è un esperimento di marketing territoriale che si propone l’obiettivo di rafforzare il turismo enogastronomico locale tra tutti gli appassionati, nazionali e stranieri. Quattro itinerari, percorribili anche in bicicletta, indirizzati agli amanti del buon cibo e della natura che, arrivato a Cremona, si potrebbe ritrovare a esplorare il territorio attraversando la campagna e le cittadine di Stagno Lombardo, Cicognolo, Asola, Casalromano, Commessaggio, Isola Dovarese, Canneto sull’Oglio, Torre de’ Picenardi e Piadena.

Nell’opuscolo vengono dispensati preziosi consigli su dove fermarsi a mangiare o dove poter acquistare i prodotti tipici, con alcuni cenni storici sui musei, le piazze e gli antichi castelli che contraddistinguono questa terra immersa in un’atmosfera quasi magica. Scritta in italiano e in inglese, la guida è distribuita gratuitamente in tutte le attività coinvolte, nei luoghi dediti all’accoglienza turistica ed è scaricabile online sul sito www.ogliochiese.it

Per info: Federico Malinverno, referente d’area

 

Contatti

PAESAGGI DI CONFINE TRA I FIUMI OGLIO E CHIESE

339.8010403 
ilgustofilo@libero.it
ilgustofilo.wordpress.com

ADV

Leggi anche


Paesaggi gastronomici "di confine"

La Redazione il 28 ago 2015

Katsu Sando il panino giapponese con la cotoletta

Cristina Rombolà il 09 apr 2021

Colomba pasquale, come riconoscere quella più buona

La Redazione il 02 apr 2021