Torna a inizio pagina

Incontro nazionale sulla patata

In programma a Bologna l'8 e il 9 novembre nell'ambito della fiera agricola Eima


Il conto alla rovescia per il XVI° Incontro Nazionale sulla Patata in programma a Bologna l’8 e il 9 novembre nell’ambito dell’Eima, è ormai ai rintocchi finali. In questa occasione, il quartiere fieristico del capoluogo bolognese (Sala Opera – Pad. 16/18 – ammezzato) ospiterà una due giorni ricca di convegni e tavole rotonde sulla coltivazione, la commercializzazione, il consumo e le prospettive della pataticoltura in Italia. Un comparto che conta un raccolto pari ad 1,6 milioni di tonnellate (dati Istat 2012), ottenute su una superficie di oltre 60.000 ettari, per un valore alla produzione mediamente superiore ai 600 milioni di euro, mentre i consumi annui si attestano sui 38/40 chilogrammi pro capite.


Grazie alla spiccata vocazionalità del territorio ed alle più moderne tecniche di coltivazione, la produzione italiana presenta un ottimo livello qualitativo, “premiato” anche dall’Unione Europea con la Dop (Denominazione di Origine Protetta) per la Patata di Bologna e l’Igp (Identificazione Geografica Protetta) per la Patata della Sila. Un doppio riconoscimento che testimonia l’elevata competitività della pataticoltura italiana. Organizzata dal Centro per la Documentazione della Patata di Bologna (Ce.Pa.), la kermesse punterà i riflettori proprio su questo tema con l’obiettivo prioritario di alimentare un dibattito sul settore analizzandone le prospettive economiche.


La prima giornata, giovedì 8 novembre, sarà presentata dal gastronauta Davide Paolini e sarà interamente dedicata alle tematiche tecnico-agronomiche con un occhio rivolto al mercato ed alle aspettative dei consumatori. Dopo i saluti dell’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Bologna, Gabriella Montera, interverranno Carlo Pirazzoli, Alessandro Palmieri e Giorgio Prosdocimi Gianquinto (Università di Bologna), Domenico Carputo (Università di Napoli Federico II), Roberta Chiarini (Regione Emilia romagna), Mario Schiano Lo Moriello (Ismea),Pier Andrea Tosetto (Università milano Bicocca) e Massimo Pirazzoli (presidente Italpatate).

Fabio Tacchella, Team Manager della Nazionale Italiana Cuochi, presenterà un’interessante testimonianza sul tema “La patata nelle cucine professionali, dalla ristorazione collettiva a quella stellata”.


Venerdì 9 novembre il testimone passerà nelle mani di Michele Mirabella, volto televisivo Rai, che condurrà la seconda giornata dell’Incontro Nazionale sulla Patata dedicata ai principali aspetti di attualità economica di questa importante filiera dell’agricoltura italiana. Dopo i saluti del presidente del Ce.Pa., Luciano Torreggiani, i lavori proseguiranno con gli interventi di Sandro Castaldo(Università Bocconi di Milano) e Jean-Luc Gosselin (Conseil National Interprofessionnel Pommes de Terre). Seguirà una tavola rotonda alla quale parteciperanno Maurizio Gardini (presidente Fedagri/Confcooperative),Vincenzo Tassinari (presidente Coop Italia), Tiberio Rabboni (Assessore Agricoltura Regione Emilia Romagna), Rosario Trefiletti (presidente Federconsumatori), Paolo De Castro (presidente Commissione Agricoltura Parlamento Europeo), Sante Cervellati (presidente Unapa). È prevista inoltre la partecipazione di un rappresentante del Ministero delle Politiche Agricole.


La sessione convegnistica dell’evento bolognese sarà poi affiancata da una speciale Mostra Fotografica ed una interessante Mostra Pomologica, nonché dall’unico Museo della meccanizzazione agricola nella pataticoltura e da una grande riproduzione in scala della diffusione geografica della pataticoltura in Italia.


ADV

Leggi anche


Pasta da grani antichi bio e sostenibili

Cristina Rombolà il 23 apr 2021

Vasocottura: cos'è e come funziona

Arianna Iachia il 20 apr 2021

Ciao Andrea, il pastore delle api

Davide Paolini il 19 apr 2021