Torna a inizio pagina

Le irresistibili note di un vino col fondo…tutto emiliano

Domenica, a Bologna, dalle 12 alle 21 in compagnia di calici di “sur lie” all’emiliana


Avete mai sentito parlare di “sur lie”? Il termine è francese e, tradotto, si riferisce a un vino fatto affinare sui lieviti che hanno completato la loro attività fermentativa. Il vino, volgarmente conosciuto come "prosecco col fondo", appartiene a una categoría di bollicine molto particolare. L’imbottigliamento, appositamente senza microfiltrazione, fa risaltare le proprietà organolettiche acquisite dal vino con l’affinamento sui lieviti. Il risultato è un prodotto corposo, fragrante e polposo, ma dissetante.

Per gli appassionati e per i neofiti, domenica 20 ottobre, nella piazzetta Pier Paolo Pasolini  di Bologna (Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65/b), Drogheria 53 (un negozio di vicinato e torrefazione artigianale che vende prodotti del territorio, provenienti esclusivamente da piccoli produttori) e Lortica (un locale che ha fatto della proposta di piatti genuini, di vini naturali e di birre artigianali, la sua prerogativa) rendono omaggio alle bollicine naturali emiliane, rifermentate in bottiglia, con una giornata dal nome “Botti e Spume sotto al Bersót”. Il titolo della manifestazione fa riferimento al Bersót, il Pignoletto Spumante dell’azienda  agricola Gradizzolo, una delle protagoniste di questa giornata.

Preparatevi allora a una domenica spumeggiante in compagnia  delle bollicine autentiche emiliane, il cui gusto va associato ai vitigni autoctoni  o recuperati. La solida tradizione enologica della regione ha, infatti, saputo riportare in vita e valorizzare viti strappate a una realtà silvestre che li aveva sommerse, facendole dimenticare. Il metodo di rifermentazione in bottiglia, usato dai produttori che partecipano a quest'evento, rende giustizia all’intrinseca biodiversità di questi vigneti e fa dischiudere tutti i profumi naturali che si celano al loro interno.

L’idea del “sur lie all’emiliana” e della sua rifermentazione esclusivamente in bottiglia (il motto è: no all'autoclave!) è del viticoltore Vittorio Graziano di Castelvetro (MO) che ha coinvolto nel progetto Drogheria 53 e alcuni produttori di vino della provincia di Bologna (aziende agricole Gradizzolo e Alberto Tedeschi), di Modena (Vigneto Saetti), di Reggio Emilia (I Cinque Campi, Denny Bini-Podere cipolla, Cà de Noci), di Parma (Camillo Donati, Crocizia, Podere Pradarolo), di Piacenza (azienda agricola Cardinali e Croci Tenute Vinicole). Per tutta la giornata sarà presente lo spazio “Lortica sotto le stelle”, nel quale si potranno gustare piatti scelti ad hoc per  i “sur lie” presenti.

-

Drogheria 53

via Pietralata, 45/A  Bologna

T. 051 5877120
M. jacopo.stigliano@libero.it
 

Lortica

via Mascarella 26,  Bologna

T. 051 5876455
M. andrearubbi80@gmail.com

ADV

Leggi anche


Sostenibile quel vino

Davide Paolini il 23 mar 2015

Sur lies… quel certo non so che

Giulia Filippetti il 30 giu 2014

Cameriere: vino col fondo o color aranciato?

La Redazione il 13 giu 2014