Torna a inizio pagina

Le tradizioni di Bracigliano

In provincia di Salerno un comune è famoso per le sue ciliegie, ma anche per tante altre eccellenze gastronomiche


La ciliegia sta a Bracigliano come la pizza a Napoli. Il goloso frutto rosso e tondeggiante rappresenta uno dei prodotti tipici di questo piccolo borgo a metà strada tra la provincia di Salerno e quella di Avellino. Dalla seconda metà di giugno e fino ai primi giorni di luglio, il paese è impegnato nella raccolta, al di là della propria professione.
 
La bontà e l’alta qualità delle ciliegie di Bracigliano è nota in tutte la regione. La sagra annuale è affollata da migliaia di persone. Al mattino lo scenario è più caratteristico perché si ammirano gli alberi ricchi di frutti rossi. Si può realizzare un vero e proprio tour della ciliegia. Da anni sono note le proprietà di questi frutti depurativi, disintossicanti, diuretici e antireumatici,che possono essere degustati giusto per un mese all’anno, se non conservate sciroppate o “sotto spirito” (ovvero con alcool puro), come si dice qui. Infatti, le ciliegie sono ricche di vitamina A e C, aiutano a proteggere la vista e contribuiscono al buon funzionamento delle difese immunitarie. Contengono acido folico, calcio, potassio, magnesio, fosforo e flavonoidi, sostanze importanti per la lotta ai radicali liberi e aiutano a prevenire numerose patologie come l’arteriosclerosi, le disfunzioni renali e l’invecchiamento cellulare.

 
A Bracigliano si distinguono la ciliegia Spernocchia e quella Principe. In realtà, questo piccolo paese vanta anche altre eccellenze e tradizioni gastronomiche. Si può degustare il mascuotto più buono del mondo, il pane duro biscottato che da due secoli è prodotto dallo storico biscottificio Calabrese. Il mascuotto è ottimo per accompagnare altre pietanze tipiche: il mallone, un piatto invernale costituito dall’insieme di quindici tipi di minestra cucinati con patate e un po’ di peperoncino; la braciola di capra al ragù. È consigliabile una sosta in un posto dove si mangia ancora come una volta, con gli ortaggi e le verdure coltivati nell’orto di casa e i maiali allevati per uso domestico. Artefici di questa magia sono Mafalda Amabile e Gerardo Figliolia dell’osteria “La Pignata”.

BISCOTTIFICIO CALABRESE 1812
Via Damiano Chiesa, 50
Bracigliano (SA)
T. 081 969258

LA PIGNATA
Via F. D'Amato, 5  
Bracigliano (SA)
T. 081 969580
M. lapignata2003@libero.it
W. www.osterialapignata.it

ADV

Leggi anche


Piatti indimenticabili

Davide Paolini il 09 nov 2020

Apre a Capri il ristorante Capriccio

Andrea Febo il 04 ago 2020

Italian Signature Wines Academy consiglia...L'Aglianico di Feudi di San Gregorio

La Redazione il 27 mag 2020