Torna a inizio pagina

Mercato di San Costanzo

A fine gennaio si va in Umbria a mangiare il torcolo


A Perugia domenica 29 gennaio si festeggia San Costanzo, uno dei patroni della città, e la locale mostra mercato dedicata al Santo è l'occasione per degustare il tipico dolce di questa ricorrenza: il torcolo. Un tempo preparato solo in occasione della festa, ha forma ad anello per ricordare la ghirlanda di fiori che, secondo quanto si narra, avrebbe cinto il collo del santo, morto martire, per impedire che fosse visibile ai fedeli il segno della decapitazione. La ricetta prevede di impastare la farina con l'acqua tiepida, nella quale è stato sciolto il lievito, lo zucchero, l'uvetta, i pinoli, il cedro, i semi di anice e il burro, amalgamando con grazia il composto, che sarà sistemato in uno stampo con il buco. Spennellata la superficie con il rosso d'uovo, s'inforna per meno di un'ora.


Una simpatica leggenda lega questo dolce alla sorte matrimoniale delle fanciulle del luogo. Pare infatti che, durante la festa di San Costanzo, le giovani si rechino nella chiesa a lui dedicata al fine di trarre auspici per il proprio matrimonio. Se guardando il gioco di luci riflesse sull'immagine del santo non si vedesse San Costanzo fare l'occhiolino, segno che le nozze avverranno entro l'anno, per consolazione il fidanzato regalerà alla ragazza il tipico dolce.


Info Mercato di San Costanzo >>


PERUGIA

La città umbra, già intorno alla metà dell’XI secolo, si era organizzata, amministrativamente, in cinque rioni o borghi, denominati dalle rispettive porte medievali, corrispondenti a quelle originarie di epoca etrusco-romana: Porta Sole, Porta Sant’Angelo, Porta Santa Susanna, Porta Eburnea, Porta San Pietro. I monumenti cittadini più significativi  sono Palazzo dei Priori, il Duomo e la Fontana Maggiore. 

Guida della città >>


Comprare

Gaggi e Gaggi | Gastronomia storica di Perugia dove poter far acquisti tra numerosi, ma selezionati, salumi e formaggi. Da sbizzarrirsi anche con salse, vini e la rinomata torta rustica al formaggio.

Via Ruggero D'Andreotto, 19R

Tel. 075 32315


Mangiare

Il Postale | In questa magnifica residenza d'epoca, continua il suo percorso di chef di alto livello Marco Bistarelli. Per gli appassionati c'è anche la possibilità di riservare un tavolo in cucina. 

Castello di Monterone, strada Montevile 3

Perugia

Tel. 075 8521356


Officina | Locale nuovo e giovane, circolo culturale enogastronomico dove si gustano piatti legati alla tradizione rivisitati in chiave moderna, sempre con materie prime freschissime e di qualità.

Borgo XX Giugno 56

Perugia

Tel. 0755 721699

ADV

Leggi anche


Street food a Roma, 10 indirizzi da provare

Andrea Febo il 14 apr 2021

Casatiello e tortano napoletano: il derby

Davide Paolini il 12 apr 2021

Katsu Sando il panino giapponese con la cotoletta

Cristina Rombolà il 09 apr 2021