Torna a inizio pagina

Pesce e tartufi in Val d'Orcia

Alla Taverna da Ciacco i sapori della terra senese si accompagnano a quelli del mare maremmano


Se un giovane cuoco di Massa Carrara, con il mare nel sangue, va a Parigi per imparare i segreti degli chef internazionali, guadagna una stella Michelin lassù al nord e poi molla tutto, sposa una sommelier della Val D’Orcia e apre un ristorante a San Quirico, che succede?
Accade che la sua Taverna da Ciacco, aperta ormai dal 2005, ha un menu sorprendente. Perché Giorgio Costa, allievo di Angelo Paracucchi, ogni settimana si fa portare dalla non lontana costa maremmana pesce freschissimo, che cucina con la maestria di chi conosce bene i profumi dell’acqua e della terra. E propone anche piatti con ingredienti tipici della campagna senese, come il cinghiale, i pici, l’agnello e il tartufo, rielaborati sempre con una marcia in più, quella dello chef.

Insomma, se chiedete il carpaccio di Chianina marinato al Brunello con tartufo, o le linguine vongole veraci e bottarga, i gamberi croccanti con guazzetto di cozze su crema di fagioli, la tagliata di petto d’anatra all’Agresto, non vi aspettate la solita zuppa. Quando chiamate per prenotare, chiedetegli se riesce ad avere gli scamponi: ve li cucinerà accompagnati con salsa di lamponi, fette di melone e pesche: un abbinamento davvero interessante.
Lasciatevi consigliare dall’esperta Rosetta per i vini e per i dolci (li prepara, anche, lei!).




-
TAVERNA DA CIACCO
Via Dante Alighieri, 30/A
San Quirico D’Orcia (SI)
T. 0577 897312

ADV

Leggi anche


La Versilia ritrova le sue origini nei prodotti

Davide Paolini il 26 ott 2020

Un pollo fritto nella Tana degli Orsi

Davide Paolini il 08 ott 2020

Una sosta sicura nel Chianti

Andrea Febo il 01 set 2020