Torna a inizio pagina

Reinventare il business lunch

Nella vasta offerta non sempre entusiasmante, si distingue lo chef Stabile a Firenze


Ne ho viste di tutti colori: furbe, da SOS, inconsuete, ma non ho mai trovato un’offerta business lunch “intelligente” e innovativa. Già la lingua del termine indica la patria d’origine: gli Stati Uniti o meglio New York da dove, ogni dieci, quindici anni, il marketing della ristorazione sforna un’idea brillante per aumentare gli incassi o per attirare nuovi clienti. Così è stato a suo tempo per il brunch e poi appunto per il business lunch (o lunch menu). 


Negli ultimi anni non solo la Grande Mela ha avuto bisogno di creare il pranzo d’affari a prezzi più accessibili, con un menu meno impegnativo e più rapido, ma forse tutta la ristorazione europea. Così anche in Italia il fenomeno è dilagato ovunque: in città come in provincia. ristoranti stellati, trattorie, osterie e, in qualche caso, perfino format di fast food, si sono dichiarati guerra per riempire i posti ai tavoli durante la pausa di mezzogiorno: chi ha cercato di giocare sul prezzo, chi invece con piatti accattivanti, ma limitati nell’offerta, a cominciare dai cuochi di grido. 


Insomma si è creata una vasta offerta sulla quale poter “sguazzare”, ma fino a quando non ho messo piede all’ Ora d’Aria di Firenze (via de’ Georgofili  11r, tel. 055 2001699) di Marco Stabile sono rimasto molto deluso. Questo giovane chef stellato ha realizzato una carta, tanto per cominciare, divertente dal punto di vista grafico, ma con una grande intuizione: la distinzione  tra piatto e tapas della stessa pietanza con prezzi ovviamente diversi. Così, tra le varie proposte, si può gustare la super tartara di manzo piemontese con uovo stile invernale, pera e dragoncello (piatto 15 euro, tapas 8 euro), la pappardella rustica con ragù strascicato alla vecchia maniera (12 euro piatto, 6 tapas), lo spaghettino al burro capperi e lime, bottarga di muggine (15 euro e 8 euro), il baccalà arrostito con passatina e finocchio, aneto e puntarelle (18 euro e 10 euro), la zuppetta all’alkermes con gelato al Marsala de Bartoli (8 euro e 5 euro) etc.


L’aspetto positivo è la possibilità di scegliere magari due tapas in luogo di un piatto, godendosi maggiormente anche il lunch menu. Spesso altrove le proposte di mezzogiorno sono molto limitate a uno o due piatti, da Marco Stabile si può davvero spaziare e inoltre gustare anche pietanze  di ottima fattura, che potrebbero essere replicate anche nel menu serale. 


Sine qua non



ADV

Leggi anche


Vasocottura: cos'è e come funziona

Arianna Iachia il 20 apr 2021

Ciao Andrea, il pastore delle api

Davide Paolini il 19 apr 2021

La birra in lattina di Siren

Cristina Rombolà il 15 apr 2021