Torna a inizio pagina

SP.acciatori di gusto

I ragazzi della comunità di San Patrignano trasformano e valorizzano in cucina le migliori materie prime del territorio romagnolo


Eccoci alla pizzeria ed emporio della Comunità di San Patrignano, un luogo magico, dove la magia è fatta dai ragazzi, che stanno ricostruendo il loro futuro in un percorso di formazione, condivisione e crescita, e dall’atmosfera familiare che riescono a creare, coinvolgendo emotivamente chiunque. Cucina, servizio, vendita: tutto è gestito da loro, così come tutto nasce ed è trasformato da loro con impegno e passione. formaggi, salumi, ortaggi, ma anche vino e prodotti da forno, provengono dalla filiera corta della Comunità stessa, ed esprimono il territorio nel rispetto dell’ambiente e degli animali allevati. Per gli altri prodotti c’è una selezione dei migliori artigiani del gusto italiani che abbracciano la stessa filosofia produttiva della casa. L’emporio all’ingresso è un piccolo grande scrigno delle materie prime che poi vengono trasformate e valorizzate in cucina. Fatevi deliziare alla vista, poi al palato a tavola e all’uscita non perdetevi l’occasione di fare una bella spesa con l’ingrediente speciale che è la loro storia.

Ma ora sediamoci a tavola, con lo splendido panorama delle colline riminesi e coccolati dalle loro premure e attenzioni, professionalità e preparazione da far invidia a molti colleghi con titoli ed esperienze. aperitivo, pranzo o cena che sia, ogni momento vede grande protagonista la pizza, classica o stirata romana, una lunga focaccia, soffice dentro e croccante fuori, da gustare in abbinamenti classici o inediti, a metà o intera. 

Frutto di continue ricerche e sperimentazioni su farine biologiche di grano italiano macinato a pietra, l’impasto è realizzato rigorosamente con lievito madre ed è fatto maturare lentamente e naturalmente, per rendere la pizza molto più leggera e digeribile. La base è disponibile in versione classica con farina tipo 2, o con grano spezzato o ai 5 cereali e sul menù è consigliatala più adatta agli ingredienti in abbinamento, ma poi è puro piacere personale da combinare.

Iniziamo dalle pizze tradizionali con la Vecchia Napoli con pomodoro San Marzano presidio Slow Food, capperi e origano di Pantelleria, alici di Cetara e olive di Gaeta e, tra le creative, la Chianachiana,  battuto di chianina cruda al coltello, squacquerone, spinaci e verdure croccanti. Poi la Romana creativa nell’opzione degustazione che ci permette di assaggiare più tipologie su una stessa base: prosciutto crudo e burrata pugliese; la fiori di zucca  e lo speck e gorgonzola, quest’ultima davvero strepitosa. In abbinamento ovviamente i vini della cantina della Comunità e del territorio, birre artigianali e bibite analcoliche naturali. A noi piace il matrimonio pizza e bollicina quindi scegliamo il loro Start da uve Sangiovese vinificate in bianco.

-

SP.ACCIO – SAN PATRIGNANO

via San Patrignano 66, Coriano (RN)

0541.362488

sp.accio@sanpatrignano.org

spaccio.sanpatrignano.org/it

ADV

Leggi anche


Era Pizza: non è sempre la solita pizza

Davide Paolini il 01 ago 2018

I pizzaioli, mano de Dios

Antonio Nobile il 24 apr 2017

Champagne per brindare a una pizza

Davide Paolini il 20 mar 2017