Torna a inizio pagina

Sul ring di Taste

Cuochi, macellai e conoscitori del made in Italy sul Ring discutono col Gastronauta


Taste sta per aprire i battenti. Sabato alle 9:30 la Stazione Leopolda alzerà il sipario sui 250 artigiani del cibo che sono stati selezionati per partecipare alla settima edizione, per la gioia dei gourmant e amanti del mangiar bene. Ma non c’è Taste senza Ring, l’arena cultural-gastronomica orchestrata da Davide Paolini, il Gastronauta. In questo luogo di dibattiti e di idee i protagonisti del mondo del cibo si sfidano sui temi più curiosi legati alla tavola contemporanea, al cibo e al gusto, interpretando l’attualità e anticipando le tendenze future.


Ecco cosa il Gastronauta ha preparato per il pubblico fiorentino.


Sabato 10 Marzo - ore 15:30 

BASTA CON GLI chef! TORNIAMO AI CUOCHI?

Oggi il modello tra i giovani è lo chef, ieri nessuno o quasi aveva questa forte attrazione per pentole e padelle. I top chef di casa nostra hanno preso il posto delle rock star e sono diventati un mito costruito dal bombardamento mediatico. Un modello lontano però lontano dalla realtà dei ristoranti dove è necessaria la gavetta ed imparare a fare il cuciniere. Ovverosia vivere le difficoltà quotidiane, rinchiusi nella propria cucina, a sperimentare piatti su piatti. Senza contare che non tutti hanno il talento dei compositori, tanti invece sono semplici esecutori, paragone musicale che può spiegare la differenza fra chef e cuoco o cuciniere. Sentiremo cosa hanno da dire a riguardo nomi importanti della cucina italiana al Gastronauta Davide Paolini.


Fabio Picchi, Il Cibreo di Firenze

Marco Stabile, Ora d'aria di Firenze

Vito Mollica, Il Palagio - Hotel Four Seasons di Firenze

Paolo Lopriore, Il Canto – Hotel Certosa di Maggiano di Siena

Italo Bassi e Riccardo Monco, Enoteca Pinchiorri di Firenze

Beatrice Segoni, Borgo San Jacopo - Hotel Lungarno di Firenze


Domenica 11 Marzo – ore 12:00

QUALE FUTURO PER I PRODOTTI ARTIGIANALI ITALIANI NEL MERCATO INTERNO E SOPRATTUTTO INTERNAZIONALE?


Eataly, il primo grande ‘mercato’ di alti cibi, dove comprare, mangiare e imparare, è diventato l’ambasciatore del prodotto artigianale non solo in Italia, ma anche all’estero. Davide Paolini incontra il suo inventore, Oscar Farinetti, con cui saranno affrontati argomenti quali: come influisce la crisi sui consumi alimentari, quali problemi hanno le microproduzioni con la distribuzione e che futuro hanno nei mercati esteri.


Oscar Farinetti, Creatore di Eataly



Domenica 11 Marzo – ore 16:00

DIETRO LE QUINTE DEL PIATTO: I MACELLAI TRA I VERI PROTAGONISTI DELLA TAVOLA!


Gianpietro Damini, Macelleria Damini e Affini di Arzignano (Vicenza)

Simone Fracassi, Macelleria Fracassi di Rassina (Arezzo)

Sergio Motta, Macelleria Motta di Inzago (milano)

Franco Cazzamali, Macelleria Cazzamali di Romanengo (Cremona)


ADV

Leggi anche


La birra in lattina di Siren

Cristina Rombolà il 15 apr 2021

Street food a Roma, 10 indirizzi da provare

Andrea Febo il 14 apr 2021

Casatiello e tortano napoletano: il derby

Davide Paolini il 12 apr 2021