Torna a inizio pagina

Un dolce stop a Varese

La pasticceria Ghezzi nel centro cittadino è una realtà storica


Un "Negozio storico di rilievo regionale": "il Ghezzi", caffè e pasticceria nel centro storico di Varese, luogo di ritrovo centrale nella storia di questa "città giardino" o "piccola Versailles" alle porte di milano, come veniva nomata ai tempi delle monarchie regnanti. Una pasticceria giunta con Matteo alla quarta generazione.

Carlo Ghezzi, coi fratelli Angelo e Fortunato, rilevarono la pasticceria Vanetti nel 1919, rinnovandola dieci anni dopo con la mobilia realizzata su misura da un ebanista di Cusano Milanino, con i lampadari di cristallo dell'ex ridotto della Scala di Milano e illuminandone le vetrine con i lumi a gas recuperati dai tram milanesi; una accogliente bomboniera liberty da cui transitò parecchia Storia non solo locale, come ci riassume Gabriella Ghezzi.

Gabriella, madre di Matteo, con il marito marito Michele oggi gestisce questa impegnativa eredità storica e non solo famigliare, mentre indaffarata serve il via vai della numerosa clientela, confezionandoci, come faceva sua mamma Giovanna, alcuni dei dolci tipici che qui, insieme ai salati, vengono quotidianamente sfornati. Da "La Belle Époque" (variante alle mele della "Belle Helene"), al Kranz, dalle sfoglie e paste frolle uniche alle brioches con o senza ripieno di confetture della casa, dai "pazientini" alle meringhe, alle creme cotte, al "Dolce Varese", che, oltre ai fondants di zucchero multicolori (oggi preparati solo sotto Natale), costituiscono una parte delle inconfondibili specialità tramandate in più di un secolo di dolciaria maestria. Un dolce e imperdibile "passaggio" e assaggio per chi si trovasse a passare da Varese.

-

PASTICCERIA GHEZZI

Corso Matteotti 36, Varese

0332.235179

ADV

Leggi anche


L’Università del Panettone: l’impasto

La Redazione il 10 nov 2020

Come preparare i sugoli d'uva

Davide Paolini il 02 set 2020

Come preparare le chiacchiere di Carnevale

Davide Paolini il 20 feb 2020