Torna a inizio pagina

Una macelleria popolare

Sui navigli milanesi una bottega della carne in cui mangiare succulenti piatti della tradizione contadina



I Navigli sono sempre stati uno dei fiori all'occhiello di milano: conosciuti in passato per la loro navigabilità, oggi devono la fama soprattutto alla movida notturna. Tuttavia, oltre a questi luoghi comuni, gli ultimi lavori per Expo hanno arricchito la zona di un’ulteriore attrazione.

Il Mercato Comunale sulla Darsena

Dal 20 dicembre i canali meneghini sono associati anche al Mercato Comunale coperto sulla Darsena, in Piazza XXIV Maggio. All'interno possiamo trovare di tutto.

Tra verdure, pane e spezie, con origini che toccano tutti i continenti, ci siamo fermati alla Macelleria Popolare di Giuseppe Zen, ideatore di Mangiari di Strada, il laboratorio democratico di cucina regionale italiana che già in passato abbiamo avuto modo di apprezzare. Anche in questa sede, non manca un’assortita proposta di street food e di piatti dalle origini popolari di cui Giuseppe è un convinto sostenitore.

Ma la parola popolare qui va interpretata nel senso letterale del termine: da questa macelleria è bandita la parola spreco e della carne, come insegna la migliore tradizione povera e contadina, si utilizzano tutti i tagli, anche quelli che i più "fighetti" trascurerebbero, etichettandoli sotto lo sprezzante nome di frattaglie.

A noi “ci piacciono” i piatti rustici e fatti bene, per cui è inutile sottolineare che abbiamo goduto di trippa, lampredotto, cervella fritte, stigghiola (budella di agnello arrotolate attorno a un sedano crudo e cotti alla brace), pani ca' meusa (pane con la milza), arrosticini, senza dimenticare la gioia dei primi piatti come i rigatoni con la pajata (intestino tenue del vitellino da latte).

Anche nell’arredamento questo luogo è coerente con il nome: siamo all'interno di un mercato, per cui non aspettatevi di stare comodi su una poltrona di qualche designer rinomato. Si sta in piedi, poggiati sul banco, si fanno due chiacchiere, si mangia bene e si beve un buon bicchiere di vino. Poi ricordatevi che siamo sempre in una macelleria. I tagli di carne e le diverse tipologie (costate, hamburger, cosciotti di pecora, roast beef) si possono acquistare anche crudi per poi essere cucinati a casa, magari ispirandovi a qualche ricetta di questo formidabile dietro al banco.

Come sua consuetudine, Zen fa le cose per bene, per cui la qualità qui è garantita. Le carni provengono da allevamenti rigorosamente biologici di pecore e bovini nati da un incrocio di limousine con il bue rosso sardo. Animali che vengono lasciati al pascolo a nutrirsi di erba, fino al momento in cui, trasferiti a Mantova per il macello, viene loro dato fieno e cereali spezzati, non sfarinati.

Contatti

MACELLERIA POPOLARE CON CUCINA

piazza XXIV Maggio 1, Milano
02.39468368

ADV

Leggi anche


Lampredotto, cibo di strada democratico

Davide Paolini il 01 apr 2021

La Piadina soffocata in un sacchetto

Davide Paolini il 17 mar 2021

Il miele in cucina: la ricetta della Trattoria Battibecco

La Redazione il 15 dic 2020