Zuppa di castagne secche

Le ricette del Gastronauta fatte di ricordi e antiche tradizioni



Mia nonna Adele, figlia di contadini, vissuta in un territorio ricco di castagni, aveva un repertorio di pietanze con  questo frutto molto vario. Aveva scoperto che il gusto di castagne mi era molto gradito, così amava farmi questa zuppa “povera” ma consistente al punto da diventare un piatto unico.

 

Ingredienti per 4 persone

200g di castagne secche messe in ammollo in acqua calda, uno scalogno, una foglia di alloro, 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 4 fette di pane abbrustolito, sale.

 

Procedimento

Pulite le castagne dalla pellicina. Cuocetele in acqua leggermente salata con una foglia di alloro. Quando sono cotte frullalatele. A parte fate un soffritto con lo scalogno, unite le castagne frullate e insaporite. Mettete in una fondina il pane abbrustolito e versateci sopra la zuppa, cospargete con un filo d’olio. Ottimo su questa zuppa del tartufo nero a fettine.

 

Curiosità: Castagne

Il frutto del castanea sativa nella storia italiana ha sempre costituito un alimento importante per le classi più povere. Dalla sua raccolta si poteva, infatti, ricavare farina da utilizzare per tagliare farine di altri cereali (sempre meno pregiati del grano) più adatte alla panificazione.

ADV

Leggi anche


L'autunno in Barbagia profuma di Cannonau

Davide Paolini il 29 ott 2019

Come preparare la ribollita toscana

Davide Paolini il 11 dic 2018

Come preparare il cacciucco alla livornese

Cristina Rombolà il 07 giu 2018