Piada

Le ricette del Gastronauta fatte di ricordi e antiche tradizioni



La mia memoria, quando arriva sulla tavola la piadina o quando mi fermo nei chioschi per strada, non corre al cibo, ma ai libri. Ho imparato ad amare la “piada” o la “pida” attraverso la letteratura, prima con Giovanni Pascoli e i suoi versi studiati a memoria, poi con le ricerche nelle biblioteche forlivesi sul circolo dialettale della Piè. Un piatto popolare, ma il ricordo è soprattutto culturale. Nel tempo sono diventato un talebano della piadina: vorrei ritornare al testo di terracotta dove cuocerla, al fuoco diretto, allo strutto per combattere la volgarizzazione di questo pane azimo così vituperato dal consumo di massa. 

 

Ingredienti per 4 persone:

600g di farina,  50g di strutto, 15g di sale, 4g di bicarbonato, acqua q.b.

 

Procedimento:

Mettete la farina a fontana, unite il bicarbonato, lo strutto, il sale e impastate bene, amalgamando con l'aggiunta graduale di acqua che deve avere una temperatura tiepida. Quando l'impasto sarà liscio, consistente, ma non troppo sodo, elastico e malleabile per la lavorazione, copritelo con un panno umido e lasciatelo riposare per mezz'ora. Dividete l’impasto in 4 parti, a mo' di pallina e tiratele con il mattarello cercando di dare a ognuna una forma circolare; decidete voi lo spessore a secondo che la preferiate più grossa o più sottile. Ponete una padella antiaderente (se avete il testo di terracotta, è ancora meglio) sul fuoco vivo e cuocete ogni disco da ambo le parti. Quando compaiono le classiche "bolle" di bruciatura, capirete che è l'ora di girare la piadina e di cambiare lato.

 

Curiosità: Strutto

Si ottiene dalle parti adipose del maiale che prima si fanno sciogliere e poi si filtrano. Utilizzato per secoli come sostanza adatta alla conservazione della carne o come vero e proprio ingrediente in cucina, negli ultimi decenni è stato abbandonato a favore di grassi ritenuti meno nocivi. Nonostante questo declino, è ancora utilizzato e indispensabile, per molte preparazioni tipiche regionali.

 

ADV

Leggi anche


La cucina verace della Romagna toscana

Davide Paolini il 03 ago 2020

Gianfranco Bolognesi, il talent scout della Romagna

Davide Paolini il 29 giu 2020

Firmate il Manifesto del Pane Artigianale

La Redazione il 04 giu 2020