Frittata di patate

Le ricette del Gastronauta fatte di ricordi e antiche tradizioni



Le patate, uno dei capisaldi della cucina povera: cibo da riempimento, sono quasi sempre presenti nelle dispense domestiche, specie in quelle degli studenti universitari. Se dovessi identificare il periodo “fiorentino” con una ricetta, direi senza pensarci troppo, frittata di patate. Era la soluzione last minute per ogni cena approssimata: aprivi il frigo et voilà le uova che, nonostante il vuoto attorno, c’erano sempre. La scena si ripeteva uguale: “frittata con?”, chiedeva Daniela, e dopo un breve resoconto dei potenziali ingredienti con cui farla e che non avevamo, si ripiegava sulle patate, una garanzia della cucina frugale del senza. Quattro uova, parmigiano nella migliore delle ipotesi, patate a volontà e il piatto era pronto a sfamare le bocche di studenti squattrinati. 

Ingredienti per 4 persone 

8 uova fresche, 800g di patate novelle, un pezzetto di burro, 50g di olio extravergine d’oliva, 120g di parmigiano grattugiato, uno spicchio di aglio, maggiorana, sale e pepe.

 

Procedimento

Lessate le patate, tagliatele a fette sottili e insaporitele in una padella con un pezzetto di burro. Fatele raffreddare in una terrina dove poi aggiungerete il formaggio grattugiato, l’aglio tritato, il sale, il pepe e un pizzico di maggiorana; mescolate ed aggiungete le uova precedentemente sbattute. In una padella mettete l’olio e quando è caldo versate il composto, livellatelo e  fate cuocere la frittata a fuoco moderato da ambo i lati.

 

Curiosità: Patata Novella

La patata novella, conosciuta anche come “primaticcia”, è una patata a ciclo breve, coltivata soprattutto nelle zone ioniche d’Italia, quali Puglia, Campania e Sicilia, caratterizzate da un clima mite con temperature che solo raramente scendono al di sotto di 0°C. In cucina, è prediletta per le preparazioni arrosto o in padella.

(Foto: ocado.com)

ADV

Leggi anche


In Val d'Orcia, vino pecorino e borghi antichi

Davide Paolini il 25 feb 2019

E se l'uovo di Instagram fosse affogato?

Davide Paolini il 15 gen 2019

Occhio al cibo

Davide Paolini il 04 giu 2018