Pollo arrosto

Le ricette del Gastronauta fatte di ricordi e antiche tradizioni



E’ uno di quei piatti considerati da principianti, ma non è così. Per mettere in tavola un pollo arrosto come si deve, oltre all’uso corretto degli ingredienti, è necessaria una grande conoscenza delle cotture.
Mi lega a queste considerazioni un invito in terra trevigiana, dove un’amica psicologa, per ostentare le sue più volte sbandierate capacità di cuoca, preparò il pollo arrosto. Al primo assaggio si rivelò una cruditè, al successivo era completamente bruciato. La serata finì in un ristorante di Treviso e il pollo fu sostituito da una faraona alla peverada. Ci fu un secondo tentativo, ma questa volta il pollo era di rosticceria, riscaldato in forno…feci finta di non accorgermene.

 

Ingredienti per 4 persone

1 pollo intero, 2 spicchi d’aglio, 2 rametti di rosmarino, qualche foglia di salvia, 50g di olio extravergine d’oliva, sale grosso.

 

Procedimento

Fiammeggiare, sviscerare e lavare il pollo. Aromatizzare l’interno del pollo con sale, aglio, salvia, rosmarino e imbrigliarlo. Cospargere di sale e metterlo in una teglia unta con un po’ di olio. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa un'ora, rigirandolo a metà cottura.

 

Curiosità: sale di Trapani

Nelle saline in prossimità di Trapani, a Paceco e sull’isola Grande dello Stagnone di Marsala, vicino all’isola di Mothia, si raccoglie ancora a mano il sale, tra giugno e settembre. Prodotto secondo i metodi artigianali usati dai Fenici, viene fatto asciugare al sole, senza essere sottoposto né a lavaggio né ad asciugatura artificiale. Risulta così molto ricco di iodio, potassio e magnesio.

ADV

Leggi anche


Ricette estive: come fare l'insalata di riso

Cristina Rombolà il 26 giu 2018

La ricetta dell'arrosto alle pere

Davide Campagna il 28 feb 2017

Tagliatelle al ragù

Davide Paolini & L'Arusnate il 15 giu 2016